Pordenone

Ricatto hard al sacerdote/I carabinieri di Sacile lo arrestano

28 mila euro per delle foto compromettenti: è una cifra davvero non da poco, quella che il 40enne serbo Seljimi Miljam è riuscito ad estorcere ad un sacerdote che alla fine ha deciso di interrompere il ricatto rivolgendosi ai Carabinieri di Sacile.

Il serbo, che abita a Zoppola, teneva sulla corda il prelato grazie ad una foto che lo ritrarrebbe con due minorenni, ovvero: il figlio e un nipote del ricattatore stesso.

Il giochetto andava avanti dall’ottobre scorso e, a periodiche richieste, ha fruttato allo straniero i 28 mila euro di cui si diceva.

Poi la decisione del sacerdote di chiuderla li, la denuncia ai carabinieri e i militari sacilesi che colgono sul fatto il ricattatore, bloccato lunedì scorso mentre incassava l’ennesima tranche: 2 mila euro in contanti.

Dopo l’arresto, convalidato dal Gip del Tribunale di Pordenone Piccin, il serbo è tornato in libertà: la vicenda, ovviamente, è tutt’altro che conclusa.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button