Veneto

Regione Veneto/Bando per contributi per mobilità e sicurezza stradale nei Comuni

Venezia – La Giunta regionale ha approvato il bando del valore di 1,5 milioni di € per l’assegnazione dei contributi, anno 2021, destinati ad interventi volti a migliorare la mobilità e la sicurezza stradale lungo la rete viaria comunale, funzionali a raggiungere siti a valenza paesaggistico-naturalistica, di interesse storico-artistico, d’interesse religioso e di valenza turistica.

I Comuni interessati potranno presentare la domanda secondo le modalità stabilite dal bando nei 30 giorni successivi alla pubblicazione sul bollettino regionale, che avverrà venerdì 16 luglio.
Una volta predisposta la graduatoria di merito e assegnati i relativi finanziamenti, i Comuni aggiudicatari sottoscriveranno un accordo di programma con la Regione ove si impegneranno ad effettuare tutte le procedure previste per la realizzazione dell’opera. Il costo del progetto dovrà rispettare il limite massimo inferiore a 100mila euro e la quota di compartecipazione regionale sarà determinata nella misura massima dell’80% della spesa ammissibile per intervento.

“Questo bando – spiega la Vicepresidente ed Assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Elisa De Berti- fa seguito ad una analoga iniziativa del 2017 che ha riscontrato molto successo. Si tratta, in sostanza, di finanziare puntuali e contenuti interventi di messa in sicurezza come, ad esempio, attraversamenti stradali e piccoli tratti ciclabili o pedonali destinati a raggiungere luoghi di particolare pregio culturale, di cui il territorio Veneto è costellato, e che gli enti locali, molto spesso, non riescono a salvaguardare autonomamente. Il bando – prosegue la Vicepresidente Elisa De Berti – rappresenta un’opportunità per tutti i nostri Comuni di attuare interventi, di pronta spesa e di rapida attuazione”.

Nella valutazione delle domande saranno considerati, tra gli altri, quali criteri di priorità, la maggior rilevanza dei siti interessati, la coerenza con gli obiettivi del bando in relazione al raggiungimento di una maggior sicurezza del tratto stradale interessato, i dati di incidentalità trasmessi e documentati, gli interventi con livello di progettazione più avanzato, la maggior percentuale di cofinanziamento con fondi a carico dell’Ente proponente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button