Veneto

Recuperato sul Cristallo il corpo dell’escursionista precipitato mercoledì dalla Ferrata Dibona

Quest’oggi le condizioni di visibilità ottimali hanno permesso al recupero del corpo dell’escursionista tedesco di 31 anni, precipitato mercoledì in un canale mentre stava percorrendo la Ferrata Dibona.

In mattinata l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore si è portato sulle pendici del Cristallo per il recupero della salma.
Imbarcati due tecnici del Soccorso alpino e del Sagf di Cortina in supporto alle operazioni, l’eliambulanza li ha calati con il verricello in parete.

Il corpo è stato imbarellato e trasportato a valle, per essere affidato al carro funebre.

Il 31enne tedesco era partito mercoledì mattina alle 5 dall’albergo dove alloggiava assieme alla moglie e ai loro due figli. A loro aveva mandato messaggi e foto lungo il percorso, un’immagine verso mezzogiorno dal Rifugio Lorenzi. Poi più niente. La moglie lo aveva a lungo atteso per far scattare l’allarme in serata, con il tracciamento del cellulare che lo dava fermo dalle 14 in un canale tra il Vecio del Forame e Forcella Alta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button