Pordenone

Recuperati quattro escursionisti pordenonese nel gruppo del Duranno

Concluso alle 19.20 l’intervento in cui quattro escursionisti avevano perso l’orientamento durante la salita da Casera Lodina a Forcella Duranno e sono rimasti bloccati a quota 1900 su terreno molto impervio, carsico e cosparso da mughi, molto fuori dalla traccia di sentiero proprio a causa della nebbia: più o meno nella stessa zona in cui si è svolto l’intervento allo speleologo del 5 luglio scorso.
Al campo base presso l’aviosuperficie presente tra Claut e Cimolais si sono radunati i soccorritori della stazione Valcellina e anche i Vigili del Fuoco.

I soccorritori hanno tentato di inviare un elicottero in quota. Quello dei VVFF ha tentato di individuare i dispersi senza esito per la nebbia persistente.
L’elicottero della Protezione Civile ha imbarcato i soccorritori della stazione Valcellina ed è riuscito a portarli un po’ più in quota, il più vicino possibile a quella che si riteneva essere la posizione dei dispersi.

Conoscitori anche delle zone più impervie, i soccorritori della stazione Valcellina sono riusciti comunque a trovare una via di salita fuori traccia e con i richiami a voce hanno prima sentito e poi raggiunto i quattro dispersi.

Si tratta di quattro persone, una residente nel pordenonese e altri tre di provenienze diverse fuori regione con un’età compresa tra i 32 e i 41 anni, appassionati di escursionismo e intenzionati a conoscere le Dolomiti Friulane.

Una volta raggiunti sono stati ricondotti a piedi dai soccorritori fino nei pressi Casera Lodina dove hanno atteso un’eventuale recupero in elicottero che è fortunatamente arrivato con una breve apertura nella nebbia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button