Treviso

Raffica di interventi in montagna/Tra i feriti due 70enni del coneglianese

Malborghetto Valbruna – Nella tarda mattinata la stazione del Soccorso alpino di Cave del Predil ha soccorso con l’elicottero della Protezione Civile un uomo che ha chiesto aiuto dal Jôf di Miezegnot (Alpi Giulie). 

L’uomo era in buone condizioni di salute ma non riusciva a proseguire per una distorsione.

Tarvisio – Monte Lussari: la stessa stazione ha soccorso una cinquantatreenne con una frattura alla caviglia. 

L’infortunio è avvenuto fra il sentiero- strada che dal Monte  Lussari va a Malga Lussari.

Aviano – Tra le 13 e le 15 di oggi, la stazione di Pordenone del Soccorso Alpino è intervenuta a Piancavallo, nei pressi del Rifugio Arneri, per soccorrere una donna del ’58 scivolata lungo la pista Tremol 2 mentre scendeva assieme ai nipoti. 

Si è procurata una frattura alla caviglia. 

E’ stata raggiunta prima dal medico di turno dagli impianti assieme al responsabile della Promotur e poco dopo, dai soccorritori della stazione con il medico del Soccorso Alpino (cinque uomini) che l’anno stabilizzata e imbarellata per trasportarla a spalle una cinquantina di metri fino alla strada di servizio dove c’era il fuoristrada con il quale è stata condotta fino all’ambulanza.

Erto Casso – E’ in corso anche il recupero di una donna di nazionalità straniera da parte dei soccorritori della stazione Valcellina operativi tra Casera Mela e il Rifugio Maniago, nelle Dolomiti Friulane, lungo li sentiero 374.

Cadendo, la signora si è procurata una sospetta frattura al braccio.

Verso mezzogiorno di oggi, la Centrale del Suem è stata allertata per un infortunio al Rifugio Son Forca. 

Al momento di scendere dalla funivia, una turista di Conegliano, di 76 anni, ha infatti messo male la gamba riportato la sospetta frattura del femore. 

Sul posto sono arrivate le squadre del Soccorso alpino di Cortina e dei Carabinieri che l’hanno assistita mentre sopraggiungeva l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore. 

L’infortunata è stata trasferita nella barella dell’eliambulanza, caricata a bordo e portata all’ospedale di Belluno. 

Sempre a Cortina, una squadra del Soccorso alpino della Guardia di Finanza ha raggiunto a piedi un escursionista in difficoltà sotto Punta Nera. 

R.O., 65 anni, di Trieste, partito dal Vandelli sul sentiero 215 diretto a Forcella Faloria e ai Tondi, passata la forcelletta della Punta Nera si era abbassato rispetto al tracciato finendo sopra salti di roccia, incapace di proseguire. Raggiunto dai soccorritori, l’uomo è stato accompagnato a valle. 

L’elicottero è poi volato a Sovramonte, atterrando nei prati di Malga Monsampian, nelle cui vicinanze un escursionista era inciampato e caduto in un tratto sassoso, con conseguenti possibili traumi toracico e cranico. 

R.A., 72 anni, di San Vendemiano, assistito dai compagni di gita, è stato stabilizzato dal personale sanitario e imbarellato, per essere poi trasportato all’ospedale di Belluno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button