Home -> Friuli Venezia Giulia -> Quattro mln di euro per gli ospedali di Palmanova – Latisana
L'ospedale di Latisana

Quattro mln di euro per gli ospedali di Palmanova – Latisana

Ammontano a poco meno di 4 milioni di euro gli investimenti stanziati dalla Azienda Sanitaria 2 per la riqualificazione energetica del presidio ospedaliero di Palmanova-Latisana che, con l’approvazione del progetto esecutivo di questi giorni, a breve prenderanno il via intervenendo in ciascuno dei due stabilimenti.

“Nell’ambito della convenzione Consip Mies 2 – ha spiegato il vicegovernatore Fvg con delega alla Salute, Riccardo Riccardi – è stato approvato il piano esecutivo degli interventi destinati al presidio ospedaliero di Palmanova-Latisana. Si tratta di lavori per l’efficientamento energetico delle strutture che prevedono un ammontare di quasi 2,5 milioni di euro per lo stabilimento di Palmanova e di 1,5 milioni di euro per quello di Latisana”.

I lavori di riqualificazione, che consistono principalmente nella realizzazione della cogenerazione nei due ospedali e l’esecuzione della coibentazione a cappotto di alcuni edifici dell’ospedale di Palmanova, oltre a puntuali interventi di efficientamento energetico, sono in fase di preparazione e la loro esecuzione è prevista entro l’anno, salvo la necessità di alcuni ulteriori mesi di lavorazione eventualmente indotti da avverse condizioni climatiche.

Unica lavorazione impattante sull’attività sanitaria è la sostituzione di serramenti a Palmanova, per la quale saranno concordati con la direzione ospedaliera precisi tempi e modalità di esecuzione.

“Si tratta di un ulteriore segnale di attenzione verso il presidio della salute nella Bassa Friulana – ha sottolineato Riccardi – che dimostra ancora una volta quanto fossero infondate le voci diffuse in particolare sull’ospedale di Palmanova. Non si adegua alle norme di rispetto ambientale – ha concluso il vicegovernatore – un ospedale per poi chiuderlo o per svilirne la funzione e la capacità di dare risposte al suo territorio”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*