Venezia

Quarto d’Altino/24enne con una condanna sulle spalle cerca di evitare il carcere con un passaporto falso

1 arrestato, 8 indagati a vario titolo, 2.648 persone controllate, 220 pattuglie impegnate in stazione, di cui 10 in abiti civili per i servizi antiborseggio, 30 i treni su cui sono stati svolti specifici servizi di vigilanza ed altrettanti i pattugliamenti lungo la linea, nelle tratte di competenza; è questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Veneto, nella settimana appena trascorsa.

In particolare, nel corso di un’attività di controllo espletata nella stazione ferroviaria di Quarto d’Altino, il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale e della Sezione Polizia Ferroviaria di Mestre, con l’ausilio del personale dei Carabinieri della stazione di Meolo e di San Donà di Piave, hanno tratto in arresto un 24enne risultato destinatario di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Padova, dovendo espiare una pena detentiva di 4 mesi per il possesso ingiustificato di armi.

Il giovane, già noto agli Agenti della Squadra Giudiziaria, è stato visto aggirarsi con fare sospetto vicino alla stazione ferroviaria di Quarto d’Altino; fermato per un controllo ha esibito un passaporto intestato ad un’altra persona e, mentre i poliziotti effettuavano i dovuti accertamenti, è scappato verso il centro cittadino.
Di lì a poco però, grazie anche all’ausilio del personale dei Carabinieri di zona, è stato rintracciato ed accompagnato presso gli uffici Polfer di Mestre, dove, da accurati accertamenti, è emerso il provvedimento restrittivo a suo carico.
Al termine degli adempimenti di rito, il giovane, indagato anche per il reato di sostituzione di persona avendo esibito ai poliziotti un passaporto non suo, è stato accompagnato alla Casa Circondariale di Santa Maria Maggiore a Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button