Prendi notaVenezia

Presentato l’intervento di riqualificazione da 10 milioni di euro per l’Ospedale di Jesolo

“Nell’arco di 3 o 4 anni la sanità di questo litorale cambierà e farà un nuovo ed importante salto di qualità per fornire un servizio di eccellenza, sia per il un bacino d’utenza di oltre 40 mila residenti e sia ai milioni di turisti che ogni anno soggiornano nelle località di mare. Il tutto avverrà con una riqualificazione dell’ospedale di Jesolo da oltre 10 milioni di euro, finanziati da Regione Veneto e dal PNRR. Questo non modificherà la vocazione riabilitativa della struttura ma bensì la potenzierà.
Gli interventi previsti nella programmazione regionale saranno sia di carattere funzionale, quindi miglioreranno la parte organizzativa e di logistica, e sia estetici, infatti si recupererà l’aspetto originale del 1927 quando l’ospedale nasceva come “Istituto Balneo Elioterapico di Cavazuccherina” con le storiche terrazze elioterapiche ed un parco terapeutico sul fronte mare”.
A dirlo è stato questa mattina il direttore generale dell’Ulss4, Mauro Filippi, alla presentazione del progetto di recupero dell’ospedale di Jesolo.

Si tratta del più grande intervento di recupero della struttura dalla sua nascita.
I dettagli degli interventi sono stati forniti dal direttore dei servizi tecnici dell’Ulss4, l’ingegner Antonio Morrone.
Per quanto riguarda gli interventi funzionali, dopo la realizzazione della nuova terapia intensiva e semintensiva (inaugurata due settimane fa), ora sede della degenza internistica, il progetto prevede il rinnovo dell’intera piastra di radiologica.
La parte finale dell’ex colonia (annessa al poliambulatorio ospedaliero) verrà ristrutturata e fornirà nuovi spazi ad uso ambulatoriale; al primo piano del monoblocco verrà realizzato l’ospedale di Comunità di Jesolo e non è stata tralasciata neppure la riqualificazione dell’area mensa ed il bar.

Per quanto riguarda gli interventi estetici, elementi architettonici ricreeranno le terrazze elioterapiche originarie; il braccio ad est dell’ospedale verrà ricostruito in continuazione la radiologia mediante nuovi materiali, allo scopo di riproporre visivamente i due rami laterali del monoblocco che alle origini si estendevano verso il mare; tra i due rami dell’ospedale nascerà inoltre un parco terapeutico con percorsi nel verde costituito da alberi, tamerici ad altra vegetazione.

L’ingresso dell’ospedale verrà mantenuto pressoché uguale allo stato attuale ma con vista direttamente sul mare.

Presenti all’incontro anche i sindaci di Jesolo e Cavallino Treporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button