Veneto

Presentato il progetto definitivo della Galleria Pala Rossa di Lamon, impegno da 25 milioni

Venezia – È stato presentato oggi a Lamon il progetto definitivo della galleria “Pala Rossa”, alla presenza dei soggetti firmatari del Protocollo d’intesa appena siglato che ne conferma il finanziamento complessivo di 25 milioni di euro.

“Questo protocollo rappresenta un risultato importante, raggiunto in nome della sicurezza e grazie ad un lavoro di squadra, e che vede più soggetti sottoscrittori: darà vita ad una galleria che scioglierà uno dei nodi del bellunese, quello dello Schenèr, ritenuto critico per la viabilità di accesso sia ai due comuni bellunesi (Sovramonte e Lamon), sia alla valle del Primiero e del Vanoi.
Avere collegamenti intervallivi efficienti e sicuri è uno degli obiettivi per mantenere le comunicazioni e migliorare la qualità di vita dei cittadini”.

Lo ha affermato la Vicepresidente e Assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti, Elisa De Berti, in occasione della presentazione del progetto e dei contenuti del Protocollo d’intesa con il quale Regione Veneto, Provincia di Belluno, Provincia Autonoma di Trento, ANAS e Veneto Strade si impegnano allo sviluppo e finanziamento delle attività di progettazione e costruzione della galleria “Pala Rossa”, nel comune di Lamon.

“Una manutenzione costante della rete stradale e un coordinamento degli investimenti statali e regionali hanno permesso di intervenire in un territorio, quello del feltrino, la cui viabilità ha alcuni punti nodali di criticità, derivanti anche dalla conformazione del territorio.
La galleria in progetto consentirà infatti di rettificare il tracciato dell’attuale SR 50 ‘del Grappa e del Passo Rolle’, superando un restringimento di carreggiata e riducendo il pericolo di caduta massi determinato dall’estesa parete rocciosa verticale sovrastante la strada”, dettaglia De Berti.

“La sinergia trovata con il territorio, in particolare con la provincia di Trento e i comuni sostenuti dal Fondo Comuni di Confine ha consentito di reperire le risorse necessarie a cofinanziare un’opera che rientrerà in futuro nella competenza dello Stato.
La collaborazione con Anas, qui in veste di cofinanziatore, apre la strada ad altre iniziative di gestione unitaria della rete statale e regionale veneta che vedrà Veneto Strade come soggetto attuatore” – conclude la vicepresidente De Berti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button