Venezia

Pradipozzo/Buon successo per la Giornata ecologica

Domenica 28 febbraio a Pradipozzo si è tenuta “La giornata ecologica” tradizionale appuntamento organizzato dall’AVIS locale per la raccolta dei rifiuti abbandonati nelle strade della frazione.
L’iniziativa è organizzata da oltre quindici anni e raccoglie volontari, sia iscritti che non all’AVIS, che si mettono a disposizione per ripulire i fossi e le strade da ogni genere di rifiuti.

Quest’anno la squadra era composta da oltre venti persone, molte presenti per la prima volta.
Dato importante è stata la partecipazione di oltre una decina di bambini e ragazzi under 20.
Gli organizzatori sottolineano con soddisfazione questi dati che denotano l’interesse non solo alla vita della comunità ma anche alla tematica ambientale.

L’abbandono dei rifiuti, infatti, è un problema presente nel territorio, specie nelle aree periferiche dove spesso si trovano rifiuti ingombranti o sacchi interi della spazzatura, oltre che rifiuti di piccolo taglio.
“Siamo contenti di come si è svolta la giornata di ieri, innanzitutto per la presenza di nuove leve in particolare dei più giovani. Riteniamo questa iniziativa importante: oltre a creare senso di comunità e decoro nel paese, sensibilizza ed educa all’attenzione e alla cura dell’ambiente.

Quest’anno rispetto ai precedenti abbiamo raccolto molti rifiuti di piccolo taglio e molti meno rifiuti ingombranti, forse un segnale che si sta andando nella direzione giusta, anche se ancora a rilento.
Infatti, ancora troppi sono i rifiuti lasciati in giro e gettati dal finestrino della macchina.
Spesso si tratta di bottiglie di vetro e lattine, sigarette, scatolame vario, polistirolo e materiali diversi (ferro e legno) e, quest’anno, moltissime mascherine.

Purtroppo, specie nelle strade più grandi, i rifiuti che vengono gettati sedimentano durante l’anno, si decompongono parzialmente e si infiltrano fra la terra e l’erba e non sempre è facile recuperarli.
Abbiamo riempito oltre una ventina di sacchi fra secco e plastica.
Speriamo che l’interesse all’iniziativa continui ad aumentare e che il prossimo anno siano sempre di più le persone coinvolte: più siamo più rifiuti raccogliamo e più sensibilizziamo anche ai piccoli gesti, ai quali non si dà molta attenzione ma che possono fare la differenza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button