Friuli Venezia Giulia

Post covid Fvg/Per gli aiuti a fondo perduto Bolzonello chiede modifiche al click day

Trieste – “Mi faccio portavoce di molti colleghi professionisti e di numerosi titolari di partita iva, affinché vengano subito segnalate all’assessore regionale Sergio Emidio Bini le problematiche già emerse riguardo il click day fissato per la giornata di domani”.

Prima dell’avvio dei lavori odierni in Consiglio regionale Fvg, legati al ddl 93 Omnibus (Legge regionale multisettoriale), ha preso la parola in Aula il capogruppo del Partito democratico, Sergio Bolzonello, per una dichiarazione legata a uno dei criteri scelti per la concessione di contributi a ristoro dei danni causati dall’emergenza Covid-19, concessi a sostegno delle strutture ricettive turistiche, commerciali e artigianali, nonché dei servizi alla persona.

“Mi riferisco – ha specificato il consigliere regionale dem – alle sovvenzioni a fondo perduto per le partite iva. Già ieri è iniziato il caos legato al codice Ateco e numerosi titolari di partita iva (dall’agente di commercio fino all’artigiano) non risultano presenti nell’elenco, peraltro già modificato due volte. Pertanto, si ritrovano esclusi dalla possibilità di partecipare al processo”.

“Trattandosi di click day, ovviamente, tutti devono invece poter inoltrare domanda. Quindi, o nell’arco della giornata odierna si riesce a risolvere il problema, oppure è meglio trovare una soluzione alternativa. Magari spostando la data del click day.
Altrimenti – ha ribadito Bolzonello – sarà davvero il caos”.

“Politicamente, come Opposizione ci potrebbe anche andare bene, ma è il problema concreto che ci preoccupa e non la volontà di ottenere due righe sui giornali sulla base delle nostre perplessità. Credo che il Consiglio regionale Fvg debba intervenire perché, altrimenti, molte imprese verranno penalizzate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button