Venezia

Portogruaro/L’opposizione cerca spiegazioni sulla Terapia Subintensiva dell’Ospedale

A Portogruaro, il Pd chiede lumi sul destino della Recovery Room, la Terapia Subintensiva donata all’Ospedale dalla nota famiglia Marzotto.
Sette posti letto e apparecchiature all’avanguardia che erano costate un milione e mezzo di euro.
Il problema nasce dal fatto che, al momento, al nosocomio portogruarese la struttura non risulta attiva.
L’ipotesi più accreditata è che almeno alcuni di quei posti letto siano scivolati verso Jesolo, all’ospedale Covid, per la situazione emergenziale in corso.
Se così fosse, le preoccupazioni sarebbero tutte legate ai tempi di “rientro” della Recovery Room a Portogruaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button