Venezia

Portogruaro/Il mercato fa un altro passo verso la normalità

Mercato di Portogruaro: tornano i banchi in Piazza della Repubblica e in via Roma, come in epoca pre-Covid.
Si avvia un altro piccolo tratto di strada verso il recupero della normalità, comunque nel rispetto e nella massima attenzione alle norme antivurs.

La Giunta comunale si è riunita in seduta straordinaria lunedì primo giugno e ha approvato la sistemazione. «Si tratta di un riassetto del mercato del giovedì che fa seguito alla decisione del 19 maggio scorso di procedere alla riapertura estesa a tutte le merceologie e posteggi nelle vie del Centro Storico», commentano il Sindaco Maria Teresa Senatore e l’Assessore alle Attività Produttive Luigi Geronazzo.

Resta il solito orario di apertura, con accesso del pubblico nella fascia 7.30-13.00, e i sette punti per l’ingresso individuati e presidiati dalla Polizia Locale.
Le due giornate di mercato che da allora si sono svolte hanno portato a ottimi risultati, sia in termini di organizzazione che di rispetto del distanziamento previsto.

Oggi, mercoledì 3 giugno, è il terzo appuntamento per il mercato agricolo a chilometro zero in Piazza della Repubblica, «che sta portando allo stesso modo a un buon esito in termini gestionali e di agilità nella frequentazione», dicono Senatore e Geronazzo.

L’Amministrazione ha valutato di procedere in questo percorso e ripristinare i banchi secondo le postazioni originarie, anteriori all’emergenza da Covid-19, in modo da consentire a ogni operatore titolare di posteggio di svolgere la propria attività nelle consuete modalità e localizzazione.

I posteggi che erano stati temporaneamente spostati da Piazza della Repubblica vengono riposizionati ottimizzando gli spazi liberi e ottenendo un ampliamento dei corridoi di percorrenza per gli utenti. Analogamente sono stati rimessi i banchi su via Roma, curandone la collocazione in modo da poter ricavare il più ampio percorso pedonale, fornendo agli operatori indicazioni per l’esposizione delle merci.

Via Cavour è stata tenuta come area di collocazione degli operatori precari, di qualunque tipologia.
Rimane fermo quanto già previsto per l’attività di controllo e presidio dei varchi di accesso al mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button