Home -> Pordenone -> Pordenonelegge compie 20 anni e festeggia con 65 grandi anteprime

Pordenonelegge compie 20 anni e festeggia con 65 grandi anteprime

Oltre 600 protagonisti e centinaia di incontri, dialoghi, lezioni magistrali, eventi scenici e altri appuntamenti in cinque giorni, dal 18 al 22 settembre, in una quarantina di location del centro storico cittadino: compie 20 anni pordenonelegge 2019, a cura di Gian Mario Villalta (direttore artistico), Alberto Garlini e Valentina Gasparet, e festeggia con una cascata di grandi anteprime editoriali, ben 65 con le novità di grandi autori stranieri e italiani.
Da oggi programma di pordenonelegge è accessibile in un clic sul sito del festival pordenonelegge.it e tutte le novità potranno essere immediatamente consultabili, giorno per giorno e autore per autore.
La prima grande anteprima è quella dallo scrittore spagnolo Ildefonso Falcones, che torna al festival domenica 22 settembre con “Il pittore di anime”, il nuovo romanzo in uscita per Longanesi il 13 settembre.
A pordenonelegge torna anche Tahar Ben Jelloun con una novità nella novità: il sorprendente “Insonnia”, un incalzante noir psicologico.
Sfogliando le anteprime internazionali a pordenonelegge venerdì 20 settembre troviamo David Szalay con gli uomini e le donne di “Turbolenza”, il nuovo romanzo Adelphi.
E troviamo, a sei anni da Lui è tornato (3 milioni di copie vendute nel mondo, 50.000 copie in Italia), lo scrittore tedesco Timur Vermes che pubblica per Bompiani un nuovo romanzo di satira sociale, “Gli affamati e i sazi”: in anteprima al festival venerdì 20 settembre, uscirà il 4 settembre.
Tante, tantissime anche le anteprime degli autori italiani: Michela Murgia, a quattro mani con Chiara Tagliaferri, firma per Mondadori “Morgana”, dieci storie di donne (a Pordenone sabato 21 settembre); e Corrado Augias domenica 22 settembre sfoglia per noi “Il grande romanzo dei Vangeli” Einaudi), scritto con Giovanni Filoramo.
Mentre il giornalista Mario Calabresi con “La mattina dopo” (Mondadori) esplora il vuoto che tutti viviamo il giorno dopo un grande dolore.
Carlo Ginzburg e il suo capolavoro internazionale, “Il formaggio e i vermi”, tornano in primo piano con la nuova edizione Adelphi, al festival sabato 21 settembre.
Concetto Marchesi e il comunismo italiano”, in uscita per Laterza, lo storico Luciano Canfora affronta uno dei personaggi controversi dell’Italia politica del secondo Novecento (a Pordenone venerdì 20 settembre), mentre due tra i più importanti giornalisti politici italiani, Aldo Cazzullo e Fabrizio Roncone, con “Peccati immortali” (Mondadori, al festival domenica 22 settembre) ci schiudono i retroscena del potere,. Doppia firma anche per “Il passo del vento”, il Sillabario alpino che due grandi scrittori, Mauro Corona e Matteo Righetto. In anteprima a pordenonelegge domenica 22 settembre.
Da Pino Roveredo un romanzo di riscatto: “Ci vorrebbe un sassofono” (Bompiani).
A pordenonelegge lo scrittore venerdì 20 settembre duetterà con Ornella Vanoni in una coinvolgente mise en espace.
Molte le anteprime legate ad artisti come il cantautore cult Francesco Guccini: sarà a pordenonelegge sabato 21 settembre con “Tralummescuro. Ballata per un paese al tramonto”, in uscita per Giunti il 17 settembre.
A pordenonelegge sabato 21 settembre anche il libro di Enrico Vanzina: “Mio fratello Carlo”, in libreria per HarperCollins dal 12 settembre, è un romanzo autobiografico commovente.
A pordenonelegge torna anche il cartoonist Davide Toffolo, celebrato frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti: il suo esplosivo volume “graphic novel is back” (Rizzoli, al festival venerdì 20 settembre).
Cosa vuol dire, invece, essere figlio di due capisaldi della cultura, della satira e dello spettacolo italiano e internazionale ce lo spiega Jacopo Fo, con il libro che risponde all’eterno tormentone della sua vita: “Com’è essere figlio di Franca Rame e Dario Fo?” Le risposte dal 19 settembre nel libro edito Guanda, che raccoglie una lunga serie di ricordi e di episodi inediti (al festival sabato 21 settembre).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*