Friuli Venezia Giulia

Pordenone senza Guardia Medica sabato notte: Conficoni contesta

“Che Pordenone sia rimasta senza guardia medica, lo scorso sabato notte, è grave.
Evidentemente, per il direttore dell’Asfo, Polimeni, vengono prima i conti e poi i servizi ai cittadini”.
Lo afferma in una nota il consigliere regionale Nicola Conficoni (Pd), commentando “la situazione di carenza di personale dell’Azienda sanitaria Friuli Occidentale (Asfo) che ha fatto registrare, lo scorso sabato notte, l’assenza della guardia medica a Pordenone”.

“Il fatto che, per la prima volta, un importante servizio come la guardia medica sia mancato – aggiunge l’esponente dem – è tanto grave quanto preoccupante.
Dopo aver chiuso con un utile di quasi di 10 milioni euro l’ultimo bilancio e tagliato i contributi alle associazioni sociosanitarie, sembra incredibile che l’Asfo non trovi le risorse per garantire la continuità assistenziale nel capoluogo”.

“Come dimostrano l’aggravata carenza di personale e la sofferenza in cui versano alcuni reparti dell’ospedale, da quando il Centrodestra governa la Regione la situazione è purtroppo peggiorata.
Sul fronte locale – sottolinea ancora Conficoni che è anche componente della III Commissione consiliare, competente in materia di salute – la situazione non cambia.
Non vorremmo che, travolto da eventi alquanto imbarazzanti, il sindaco Ciriani, dopo essere rimasto colpevolmente in silenzio di fronte a svariate decisioni della Giunta regionale e dei vertici Asfo che hanno penalizzato la sanità pordenonese, si dimenticasse l’impegno a convocare un Consiglio comunale dedicato al delicato e spinoso tema”.

“Dopo questo ennesimo disservizio – conclude la nota del Partito democratico – è quanto mai opportuno capire come si intendano superare criticità che perdurano da troppo tempo alla presenza, non solo dei vertici dell’Azienda Sanitaria, ma anche dei portatori di interesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button