Pordenone

Pordenone/L’avvocato amministratore di sostegno pagava i suoi conti con i soldi degli assistiti: sequestrati quasi 200 mila euro

Nuovi guai in vista, per l’avvocato pordenonese che la Guardia di Finanza ha denunciato, lo scorso novembre, con l’accusa di essersi appropriato del denaro di una persona fragile della quale era stato nominato amministratore di sostegno (un disabile ricoverato in una struttura assistenziale).
Gli accertamenti delle Fiamme Gialle erano scattati dopo che il professionista aveva mancato di presentare al Giudice Tutelare del Tribunale di Pordenone i prescritti rendiconti annuali sull’attività.
Tanto che era scattato, disposto dall’Autorità Giudiziaria, il sequestro per equivalente per un valore di 147.000 euro, pari alla somma indebitamente sottratta dal professionista.


Le indagini ora sembrano aver portato alla luce condotte simili, da parte dell’avvocato, anche nei confronti di un’altra persona “socialmente debole” della quale il legale è stato l’amministratore di sostegno dal 2013 al 2020.
L’accusa per lui è di aver utilizzato il patrimonio dell’amministrato (pensione di invalidità e integrazioni disposte dai suoi famigliari) per scopi strettamente personali.
Al punto che i Finanzieri avrebbero trovato perfino pagamenti del leasing dell’auto in uso al professionista, al condominio in cui ha studio e ad un negozio per l’acquisto di abbigliamento “griffato”, con i fondi dell’assistito.


Nei confronti dell’avvocato, sono dunque emerse nuove fattispecie di peculato e di omissione d’atti d’ufficio.
Il Giudice per le indagini Preliminari del Tribunale di Pordenone, su richiesta della Procura della Repubblica, ha emesso un nuovo provvedimento di sequestro per equivalente per un valore di circa 50.000 euro, portando in tal modo il totale complessivo a 197.000 euro.
I sequestri sono stati eseguiti dalle Fiamme Gialle pordenonesi su disponibilità finanziarie e immobili nella disponibilità del professionista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button