Pordenone

Pordenone/Da una serata alcolica tra ragazzi alla scoperta di un giro di spaccio e di soggetti piuttosto pericolosi

Nuovi risvolti nell’indagine legata ai danneggiamenti nella zona dalla Biblioteca Civica di Pordenone dello scorso inverno, episodio che vide un gruppetto di giovani, alcuni minorenni, lasciarsi alquanto andare.

In quell’occasione gli agenti della Polizia Locale intervenuti sul posto avevano denunciato uno dei giovani che, visibilmente ubriaco, aveva opposto resistenza agli agenti.
Erano poi state trovate parecchie bottiglie di alcolici risultate rubate in un supermercato cittadino. Furto per il quale altri due giovani erano stati denunciati a piede libero.

Sempre nel corso della stessa indagine è poi finita nei guai un’altra persona che, accortasi di essere inquadrata da una telecamera della videosorveglianza, l’aveva danneggiata.

Altro giro, altri reati: più gli agenti investigavano, più emergevano novità poco edificanti.
Gli approfondimenti della Polizia Locale hanno portato infatti a galla anche un’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sabato scorso è così scattata la perquisizione a carico di A.M., 20enne, residente in città, nell’appartamento dove abita con la sua famiglia.
Grazie anche al cane antidroga Conan, in “prestito” dalla Polizia Locale di San Michele al Tagliamento, in varie parti dell’abitazione gli agenti hanno scoperto diverse dosi di marijuana, metanfetamine, coltellini, bilancino di precisione e tante bustine di plastica del tipo in uso per confezionare le dosi.

Oltre al 20enne, è finita denunciata anche S.P, presente nell’abitazione e trovata in possesso di quello che all’apparenza sembrava un normale apri bottiglia ma che, una volta svitato, si trasformava in un coltello da 14 cm.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button