Pordenone

Pordenone/Catturato il narcos da una tonnellata di coca

Bel colpo della Polizia di Pordenone, che ieri sera ha arrestato un 42enne albanese ricercato in tutta Europa per traffico internazionale di stupefacenti.

Un provvedimento emesso il 2 febbraio scorso dall’Autorità Giudiziaria greca, nell’ambito di una vasta operazione contro il traffico internazionale di sostanze stupefacenti.
In quel contesto, il ricercato è accusato di aver importato illegalmente in Europa oltre una tonnellata di cocaina in un anno e mzzo circa.

Droga che arrivava dal Sud e dal Centro America a mezzo di navi cargo.
Soprattutto: stupefacente per un valore al dettaglio che si aggira intorno ai 120 milioni di euro.

A catturare l’individuo sono stati gli uomini di una pattuglia della Squadra Mobile che ieri sera intorno alle 20, in Via Vallona sono stati attirati da una Bmw nera con tre persone a bordo.

Tutti e tre albanesi e ufficialmente residenti in città e accompagnati in Questura.
Qui il 42enne è stato identificato attraverso le impronte digitali.

La polizia greca lo accusa di far parte di una organizzazione criminale articolata e ben strutturata, dedita stabilmente al traffico internazionale di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti.

Alfred Arapi, questo il nome dell’albanese, si era trasferito a Pordenone alcuni anni fa, probabilmente nel tentativo di uscire dai “radar” delle Forze dell’Ordine.
La sua mimetizzazione si era completata con un impiego in una ditta di recupero e smaltimento di materiale ferroso.

Estranei ai fatti i due amici che erano con lui e che evidentemente non avevano idea di chi fosse realmente.
Ora il 42enne albanese è alla casa Circondariale pordenonese, in attesa dell’estradizone in Grecia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button