Pordenone

Pordenone/Autotrasportatore ucraino pizzicato con una falsa autorizzazione ad operare in Italia. Pagherà oltre 4 mila euro di sanzione

Un altro autotrasportatore straniero finito nelle maglie dei controlli della Polizia Stradale di Pordenone.

Nei giorni scorsi, lungo la A28, all’altezza degli svincoli di Porcia, gli agenti della Polstrada hanno fermato un autotrasportatore ucraino in procinto di caricare della merce in una importante azienda di elettrodomestici locale.

Da subito l’autista si era mostrato piuttosto nervoso, cosa che ha spinto i poliziotti ad approfondire in particolare il controllo dell’autorizzazione al trasporto internazionale denominata CEMT che consente alle aziende di autotrasporto extra UE di effettuare servizi anche in Italia.

Utilizzando lampade a raggi UV e grazie all’esperienza degli agenti, emergevano sospetti circa la falsità del documento, sospetti in seguito confermati.

Per questo il conducente è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per uso di atto falso.
Il camion è stato invece sottoposto a fermo amministrativo per 90 giorni e al conducente è stato contestato un illecito amministrativo che prevede un sanzione pecuniaria di 4.130 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button