Treviso

Pollicino/Ruba in un negozio ma i carabinieri lo trovano seguendo le tracce di sangue

Il colpo era pure riuscito a portarlo a compimento, ma nel rompere una finestre del negozio di alimentari che aveva preso di mira si era ferito ad una mano.
Sanguinava e ai carabinieri, allertati dal proprietario, è bastato seguire le tracce del suo sgocciolamento, per trovarlo poco lontano dal luogo del misfatto.

E’ successo a Cison di Valmarino ieri pomeriggio ed è costato le manette al 26enne senegalese C.M.L., con precedenti, ora accusato anche di evasione e furto aggravato.
Vittima delle sue attenzioni, l’Alimentari da Vito, in quel momento chiuso.
I carabinieri hanno trovato il ladro a circa 150 metri dallo stabile, mentre tentava di nascondersi dietro il muretto di recinzione della chiesa.

Oltre ad avere la mano ferita, sotto il giubbotto nascondeva 443,50 euro in contanti asportati dal registratore di cassa del negozio, una stecca di sigarette e 250 “gratta e vinci” di vario taglio, per un valore complessivo di 1248 euro.

Oltre all’evidente furto gli è stata contestata anche l’evasione, dato che il giovane è risultato agli arresti domiciliari per precedenti reati.
Ora ha cambiato “location”: è alla casa circondariale di Treviso, mentre la refurtiva è stata restituita al titolare dell’esercizio commerciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button