Veneto

Polfer/A 68 anni girava per i negozi della stazione per rubare

10 indagati, 1.945 persone controllate, 213 servizi di vigilanza nelle stazioni: è questo il bilancio dei controlli effettuati nell’ultima settimana dal Compartimento Polizia Ferroviaria per il Veneto, in particolare negli scali ferroviari di Venezia-Mestre e di Padova.

Nella stazione di Padova, gli agenti della Polizia Ferroviaria, in servizio di vigilanza, hanno denunciato un giovane trovato in possesso di un certo quantitativo di sostanza stupefacente destinata allo spaccio.
Nello stesso scalo, i poliziotti hanno indagato un 68enne per furto aggravato e possesso ingiustificato di oggetti atti allo scasso.

L’uomo, senza fissa dimora e gravato da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio, aveva portato a termine vari furti ai danni di due esercizi commerciali della stazione.
Fermato dai poliziotti, aveva in tasca un cacciavite, poi è emerso anche che nei suoi confronti era stato emesso un Foglio di via Obbligatorio.

Alla stazione di Mestre, in momenti diversi, due uomini di 38 e 40 anni sono stati segnalati perché trovati in possesso di sostanza stupefacente per uso personale.
Dopo gli accertamenti di rito, le dosi di eroina sono state poste sotto sequestro.

Nella settimana appena trascorsa, si è conclusa anche l’attività collegata al “Railpol Action Week – merci pericolose”, dedicata ai controlli dei convogli trasportanti merci pericolose.
Nel periodo compreso tra il 6 e 13 novembre, operatori Polfer, appositamente formati, sono stati impegnati in ispezioni finalizzate alla sicurezza nelle fasi di partenza, di transito e di arrivo dei treni in questione.

Durante questa attività di controlli straordinari, predisposta dal Servizio Polizia Ferroviaria a livello nazionale, il personale Polfer è stato impegnato soprattutto nello scalo ferroviario di Marghera-Venezia, particolarmente interessato dal transito di tali convogli o adibito alla loro sosta.
Sono stati 340 i carri merci ispezionati, per i quali è stata verificata anche la stretta osservanza delle norme del Regolamento Internazionale che disciplina il trasporto di merci pericolose in ambito ferroviario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button