Pordenone

Polcenigo/Furti in case e negozi: un 42enne del posto il presunto autore

I Carabinieri della Stazione di Polcenigo, con la collaborazione dell’Aliquota Radiomobile di Sacile, hanno identificato e arrestato il presunto autore di diversi furti in abitazione avvenuti nel comune pedemontano negli ultimi mesi.

I primi episodi risalgono allo scorso mese di aprile, quando un residente di via Pantan denunciò l’intrusione nella propria abitazione di un soggetto che riuscì ad asportare una borsa da donna e diverse bottiglie di alcolici.

Dopo qualche giorno, il titolare di una lavanderia nella frazione di San Giovanni denunciò il tentato furto da parte di un malintenzionato che, dopo essersi nottetempo introdotto all’interno dell’esercizio, si accorse della presenza di telecamere interne che lo fecero desistere dal forzare la macchinetta cambia soldi.

Le indagini, intraprese dalla Stazione di Polcenigo, in collaborazione con l’aliquota Radiomobile di Sacile, hanno portato al 42enne F.C. residente in paese.
Nel corso della perquisizione domiciliare è stata anche recuperata la borsa da donna rubata.
A lui il GIP del Tribunale di Pordenone aveva applicato la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di Polcenigo con l’obbligatoria permanenza domiciliare dalle 19:00 alle 07:00 del mattino.

La misura cautelare, tuttavia, non ha avuto gli effetti sperati.
Una ulteriore indagine dei Carabinieri di Polcenigo, infatti, ha individuato lo stesso F.C. quale autore di un furto avvenuto all’inizio di giugno presso un’abitazione, in quel momento disabitata, di Polcenigo.

In quella circostanza era stato danneggiato un frigorifero ed erano stati asportati dei generi alimentari.
Il fatto era avvenuto ben oltre le 19:00, orario dal quale avrebbe dovuto rimanere in casa, quindi anche in violazione dell’ordinanza del Giudice.
Stessa violazione che ha commesso qualche giorno dopo quando era stato notato in un locale pubblico intorno alle ore 23:00.

Su richiesta della Stazione di Polcenigo, quindi, il GIP Monica Biasutti ha aggravato la misura cautelare sostituendo l’obbligo di dimora con gli arresti domiciliari con braccialetto elettronico.
I Carabinieri di Polcenigo hanno eseguito la misura arrestando il 42enne e conducendolo presso la sua casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button