Venezia

Pinault Collection e Comune di Venezia annunciano accordo per il 20% di Palazzo Grassi

Si è tenuta questa mattina a Ca’ Farsetti, sede del Comune di Venezia, la conferenza stampa tra l’assessore alle Società Partecipate Michele Zuin e l’Amministratore delegato di Palazzo Grassi S.p.A. Bruno Racine, per presentare l’accordo per l’acquisizione da parte della Pinault Collection del 20% delle quote societarie di Palazzo Grassi S.p.A. detenute da CMV S.p.A.

L’oggetto societario di Palazzo Grassi S.p.A. prevede la gestione e la manutenzione del complesso immobiliare sul Canal Grande come sede espositiva museale, conformemente all’attuale destinazione urbanistica a standard pubblico museale.

L’accordo di acquisizione, subordinato all’approvazione da parte del Consiglio Comunale che si riunirà il 16 o il 17 dicembre p.v., sancisce nello specifico, oltre alla cessione delle quote per la somma di 11 milioni di euro, il mantenimento della presenza di due rappresentanti designati dal Comune di Venezia nel Consiglio di Amministrazione di Palazzo Grassi S.p.A., a conferma del rapporto di collaborazione tra la Pinault Collection e la città.

L’accordo della Pinault Collection e il Comune di Venezia rientra nell’ambito delle misure di semplificazione della governance del polo culturale dedicato all’arte contemporanea creato da François Pinault.

L’operazione societaria avviene alla vigilia di importanti lavori strutturali che Palazzo Grassi affronterà nel 2021 (pari a circa 2,5 milioni di euro).

L’accordo si inserisce nell’ambito di un’alleanza che dal 2005 vede collaborare una delle più prestigiose collezioni di arte contemporanea – Pinault Collection – e l’amministrazione cittadina veneziana nella creazione di un polo culturale che comprende le sedi espositive di Palazzo Grassi, Punta della Dogana – in concessione d’uso fino al 2037 – e il Teatrino di Palazzo Grassi, tre luoghi simbolici della città, nel segno del comune obiettivo di valorizzazione di Venezia come capitale dell’arte e della cultura nel panorama internazionale.

Nell’ambito di una politica culturale rivolta all’apertura e al coinvolgimento della città Palazzo Grassi prevede oltre 40 giorni all’anno di gratuità per i residenti di Venezia e della città metropolitana e per gli studenti degli Atenei veneziani, e l’ingresso gratuito per i giovani fino ai 19 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button