Venezia

Phishing/Sgominata la banda della truffa della Postepay

La truffa è vecchia come il Web, ma funziona ancora e anche piuttosto bene, considerato l’ampio “giro d’affari” che un’organizzazione criminale è riuscita ad allestire.
Si tratta della truffa, Phishing il termine tecnico, che consiste nell’inviare alla vittima di turno una mail con una falsa intestazione, di un noto marchio e-commerce o banca, in cui si richiedono dati sensibili come il numero della carta di credito, adducendo una scusa tecnica qualsiasi.

Secondo quanto accertato dai Carabinieri di Venezia, la banda sgominata oggi avrebbe gabbato non meno di 500 persone in tutta Italia, per un totale di diverse centinaia di migliaia di euro.

L’indagine partita da un singolo raggirato di Murano, derubato di 600 euro, ha portato a scoprire una complessa organizzazione criminale composta per lo più da rumeni residenti in Italia, oltre che alcuni italiani calabresi e campani.

Gli indagati a vario titolo sono in tutto 78.

Bersaglio privilegiato della truffa erano i titolari di Postepay, sistema elettronico spesso utilizzato da clienti di una certa età, forse più facili da raggirare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button