Pordenone

Passano il confine nascosti tra i bancali: trovati, vengono rispediti in Slovenia

Nascondiglio scomodo, quello che avevano scelto due stranieri, ragazzi sui vent’anni, per arrivare illegalmente in Italia.

Ieri pomeriggio, un autotrasportatore che stava consegnando il suo carico ad un’azienda agraria di Porcia, se li è trovati davanti, nascosti tra i bancali del suo camion.

Si trattava, come avrebbero appurato poi gli uomini della Questura, di due afghani che, all’insaputa del camionista, un 30enne bosniaco, avevano strappato l’ultimo passaggio utile per passare dalla Slovenia all’Italia.

Dall’Ufficio Immigrazione della Questura di Pordenone sono quindi state avviate le procedure di riammissione in Slovenia dei due ragazzi, così come prevede la legge.

Così è stato stamani, quando i due sono stati consegnati all’Autorità di Frontiera slovena, a Gorizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button