Friuli Venezia Giulia

Ormai da 60 ore il Carso è in fiamme: A4 e ferrovia ancora chiuse

Da oltre 60 ore il Carso continua a bruciare.
“La situazione è critica e tutte le forze disponibili sono al lavoro per tenerla sotto controllo. Il pensiero va alle ore serali quando i velivoli antincendio non possono lzarsi in volo: sul fronte viabilità è al vaglio ancora una possibile riapertura dell’autostrada, nel frattempo a Resia realizzeremo una pista per garantire viabilità alternativa in sicurezza”.
Lo afferma il vicegovernatore Riccardo Riccardi a margine del sopralluogo che ha effettuato assieme ai vertici della Protezione civile.
Desta preoccupazione la zona di Medeazza, frazione di Resia, dove le fiamme sono divampate nel primo pomeriggio di oggi.

Le operazioni sul Carso Goriziano e Triestino continuano incessantemente: Devetaki, Sablici, Jamiano nel comune di Doberdò del Lago (GO) e Medeazza nel comune di Duino Aurisina (TS) i fronti maggiori del fuoco dove stanno operando circa 100 Vigili del fuoco italiani anche con mezzi aeroportuali, una ventina di operatori del Corpo Forestale Regionale, una trentina di volontari AIB (Antincendio Boschivo) della Protezione Civile e squadre dei Vigili del fuoco sloveni; le squadre di terra sono supportate dal cielo da 2 Canadair del Corpo Nazionale Vigili del fuoco, Drago 71 l’elicottero del Reparto Volo dei Vigili del fuoco di Venezia, Lima 01 dell’Esercito Italiano giunto da Rimini e 3 elicotteri regionali.

La situazione trasporti rimane molto critica.

  • L’autostrada rimane al momento chiusa
  • Chiusa la strada regionale “55 del Vallone”
  • Chiuse le 518 e 519 per Devetachi e Jamiano. Chiusi anche i valichi
  • Traffico ferroviario ancora sospeso almeno fino alle 10 di domani giovedì 21 luglio
  • Introdotti nuovi servizi marittimi tra Monfalcone e Trieste per domani mattina

Autovie Venete rende noto che al momento l’autostrada rimane chiusa.
Oltretutto durante la notte è previsto l’intensificarsi del fenomeno delle polveri come già accaduto nel corso della serata di martedì.
Da qui la decisione presa di comune accordo con Vigili del fuoco e Polizia stradale con il coordinamento della Prefettura di mantenere chiuso il tratto autostradale da Villesse fino al Lisert in direzione Trieste e da Sistiana a Redipuglia in direzione Venezia.
Nel frattempo l’azione messa in campo dalla Concessionaria di attivare il bypass Vìllesse – Gorizia ha consentito di scaricare il flusso dei transiti dei mezzi pesanti e di normalizzare – per quanto possibile stante la situazione di emergenza – la circolazione. Un altro sopralluogo verrà effettuato domani giovedì 21 luglio alle ore 7 per verificare la riapertura almeno della direttrice est (verso Trieste) del tratto tra Villesse e la barriera del Lisert mentre per la direttrice opposta (verso Venezia) bisognerà attendere l’evoluzione dei focolai a ovest della tratta autostradale

La strada statale 14 (Triestina) risulta essere fortemente congestionata.
Rimangono chiuse la 55 “del Vallone” le 518 e 519 che portano ai valichi di seconda categoria di Jamiano e Devetachi. Si sconsiglia di mettersi in viaggio nelle zone circostanti l’incendio in particolare lungo la ex provinciale 15 che arriva proprio a Devetachi. I valichi sono comunque chiusi

La circolazione ferroviaria rimane sospesa fino alle 10 di domani mattina. Poi ci saranno ulteriori valutazioni in base all’andamento delle operazioni di spegnimento dell’incendio.
I provvedimenti ferroviari rimangono i medesimi di questa mattina (con sospensioni o limitazioni)

Introdotti nuovi servizi marittimi di collegamento tra Trieste e Monfalcone, tra il Molo Audace e il Marina Monfalcone. Le corse da Trieste saranno alle 6 e alle 9, da Monfalcone alle 7.30 e alle 10.30.
Non si esclude che in caso di ulteriore blocco ferroviario il servizio possa venire prolungato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button