Veneto

Oggi gran lavoro per il Soccorso Alpino sulle montagne venete

Oggi si sono registrati numerosi interventi sulle montagne venete.

Attorno alle 10 la Centrale del 118 ha allertato il Soccorso alpino di Arsiero per un escursionista in difficoltà lungo la Ferrata delle Anguane, sul Sojo di Mezzogiorno, comune di Valdastico.
Un trentasettenne di Bologna, che stava percorrendo l’itinerario attrezzato assieme a un amico, era scivolato a circa due terzi del percorso, si era fatto male a un braccio e non era più in grado di salire.
Sette soccorritori in una mezz’ora lo hanno raggiunto da sotto in parete e, dopo averlo assicurato, lo hanno calato con due doppie fino alla base, mentre il compagno rientrava da solo.
La squadra è poi tornata con lui per il sentiero alla macchina, con cui l’uomo si è allontanato autonomamente.

Alle 13.30 circa il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato dalla Centrale del 118 per un’escursionista che si era fatta male lungo la sterrata che dal Rifugio Bristot porta sul Col Visentin.
Raggiunta in fuoristrada da una squadra, all’infortunata di 35 anni, di Trichiana (BL), cui era ceduto nel cammino un ginocchio, sono stati approntati gli opportuni presidi sanitari.
La donna è stata poi accompagnata fino al piazzale del Nevegal per essere affidata all’ambulanza diretta all’ospedale di Belluno.

Verso le 13.40 è scattato l’allarme per un anziano colto da malore sul sentiero in località Grea, a Domegge di Cadore, che era stato notato da alcune persone di passaggio.
Una squadra del Soccorso alpino del Centro Cadore si è portata sul posto con la jeep e ha poi trasportato l’uomo, 86 anni di Mestre (VE) a Grea dove attendeva l’ambulanza con destinazione Pieve di Cadore.

Due gli interventi a Cortina.
Attorno alle 14.30 un escursionista ha contattato la Centrale del 118, poiché, partito da Ospitale per affrontare la Ferrata Dibona sul Cristallo, si trovava all’altezza del Bivacco Buffa di Perrero dopo aver superato un tratto innevato e ne aveva un altro di fronte a sé.
L’uomo, un quarantaquattrenne di Limana (BL), all’inizio ha rifiutato l’intervento dell’elicottero, tentando di procedere da solo pur trovandosi in difficoltà, salvo poi richiederlo verso le 17, impossibilitato ad avanzare. L’eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore lo ha quindi individuato e recuperato utilizzando un verricello di 10 metri per poi trasportarlo a valle.
Alle 15.50 il Soccorso alpino di Cortina è stato invece allertato per una ciclista caduta con la mountain bike in Val Salata, lungo l’itinerario che da Malga Ra Stua va verso il Rifugio Sennes.
La donna, 46 anni, di Bologna, che aveva riportato un probabile trauma alla caviglia, è stata raggiunta da una squadra del Sagf in fuoristrafa.
Caricata a bordo, è stata poi accompagnata al Codivilla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button