Home -> Pordenone -> Offertissima on line, ma ci rimette la caparra

Offertissima on line, ma ci rimette la caparra

Acquistare in Rete è comodo, talvolta conveniente, ma certe volte non privo di rischi.
L’ha scoperto a sue spese anche una 45enne di Pordenone che a luglio dello scorso anno pensava di aver trovato in Internet l’auto che faceva al caso suo.

Una Renault Espace usata a 2 mila euro.
L’aveva vista su Subito.it, un annuncio firmato da una fantomatica concessionaria “One group” di Roseto degli Abruzzi, in provincia di Teramo.

Subito la signora aveva bloccato l’affare versando una caparra di 240 euro, poi era scesa di persona nel teramano per concludere l’affare.
Solo che davanti si era trovata un’auto decisamente diversa da quella promessa.
Alcune parti non funzionavano, altre non c’erano proprio e l’anno di immatricolazione era pure diverso.

A quel punto partivano raccomandate della 45enne per avere ciò che le era stato promesso, ma dal titolare della concessionaria arrivavano invece solo minacce e la promessa di vedersi a Pordenone per regolare i conti in maniera violenta.
Ovviamente, la caparra non veniva restituita e l’auto restava dov’era in attesa di un altra vittima.

La 45enne si è però recata dai Carabinieri di Aviano che alla fine hanno rintracciato il minaccioso truffatore.
Si tratta di un 27enne indiano e pregiudicato, attualmente in carcere a Teramo e che ora si è guadagnato due nuove denunce per truffa e minaccia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*