Treviso

Oderzo: stop rischio allagamenti nel quartiere Parise grazie alla nuova fognatura di Piave Servizi

Si è chiuso l’intervento volto a risolvere le criticità manifestate dalla fognatura del quartiere Parise in occasione di eventi meteorici intensi.

“Questo intervento è la prova più tangibile del nostro impegno a favore del territorio e per il territorio”. Non nasconde soddisfazione il presidente di Piave Servizi, Alessandro Bonet, mentre annuncia la chiusura del cantiere per la messa in sicurezza idraulica di via Parise, a Oderzo.

Un’opera dal grande valore, volta a risolvere le criticità di natura idraulica manifestate più volte dalla fognatura del quartiere in occasione, purtroppo, dei sempre più frequenti eventi meteorici intensi.

Il progetto, per un investimento di 800 mila euro, ha permesso di migliorare le condizioni di deflusso delle acque bianche attraverso la rete di drenaggio urbano in sinistra Monticano.
Nel dettaglio è stata realizzata una dorsale principale delle acque meteoriche in direzione dell’invaso di laminazione di Fratta di Oderzo e quindi verso l’idrovora in gestione al Consorzio di Bonifica Piave.

Molto complesso è stato il lavoro con il quale è stato posato un nuovo collettore per le acque bianche al servizio dell’area Sud lungo via Parise. “La nuova canalizzazione per le acque meteoriche, di ingenti dimensioni, avrebbe intralciato i sottoservizi esistenti, spiega l’ing. Sanna.
Di conseguenza, nello stesso tratto, abbiamo provveduto nel contempo al rifacimento dell’intera rete di fognatura nera e alla sostituzione della condotta di acquedotto. Ciò ha consentito anche l’eliminazione di un impianto di sollevamento fognario, con conseguente risparmio in termini energetici e di gestione”.

Piave Servizi è stata nominata soggetto attuatore dell’intervento in seguito al finanziamento erogato dalla Regione Veneto per fronteggiare l’emergenza Vaia dell’autunno 2018. “Senza queste risorse, il cantiere di via Parise, così importante per i residenti, non sarebbe stato possibile”, commenta Bonet, che aggiunge: “Un plauso al Comune di Oderzo per essersi dimostrato, ancora una volta, un interlocutore responsabile e concreto: questi lavori doneranno uno sfogo idraulico non indifferente ad una zona finora contraddistinta da notevoli criticità”.

Tra i primi ad accogliere con piacere la conclusione del cantiere, la sindaca di Oderzo, Maria Scardellato: “Attualmente non esistono soggetti che si occupano della manutenzione straordinaria delle reti delle acque meteoriche in ambito urbano e i Comuni hanno pochi mezzi anche per effettuare la gestione ordinaria, pertanto non possiamo che essere grati a Piave Servizi per quest’opera risolutiva – commenta la prima cittadina – Allo stesso modo ci tengo a ringraziare i cittadini, che hanno compreso l’importanza di un intervento fondamentale e hanno saputo portare pazienza nonostante gli inevitabili disagi causati dal cantiere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button