Treviso

Oderzo/La paura del Coronavirus: i consigli della Psicologa

Abbiamo chiesto alla nota psicologa opitergina Brienza Zanella di commentare l’attuale, particolare situazione legata al coronavirus.
Ecco le sue parole.

Come psicologa che opera da decenni, sento il bisogno di scrivere due parole per tranquillizzare le persone, in modo da evitare comportamenti impulsivi e pensieri negativi.

Ci sentivamo onnipotenti grazie alla tecnologia, alla globalizzazione, ai voli low coast diretti in tutto il mondo.
Questo evento ci ha fatto cogliere tutta la nostra fragilità e insicurezza, lasciando aperte le porte a paure, panico di fronte a un fenomeno sconosciuto e invisibile.
Siamo stati un popolo abituato ad avere molto, non abbiamo dovuto combattere contro guerre, pestilenze, povertà estreme.
Ora sarà necessario imparare a far fronte a questo contagio.

Molto dipenderà da noi, da come lo percepiremo e amplificheremo.
Inizialmente il fenomeno non è stato ben gestito: esperti, che non erano esperti… Attualmente però, grazie alle spiegazioni degli scienziati virologi, al lavoro estenuante degli operatori sanitari e non, alle misure prese, sembra che il quadro sia controllabile e ridimensionabile.

Recita l’Ordine Psicologi :”.. La malattia ha decorso benigno e leggero per l’80% dei casi (simil-influenzale) e solo nel 20% dei casi porta a complicanze di salute che possono richiedere il ricovero ospedaliero…”

Pertanto ascoltiamo le informazioni, attendiamoci ai fatti, usiamo le strategie igienico-sanitarie note.
È importante ascoltare quello che ci viene detto per non lasciarci andare a paure immotivate, ansie, preoccupazioni che minano le nostre difese e indeboliscono il sistema immunitario.

Abbiamo bisogno di corpo e mente forti per difendere la nostra salute!!

Spieghiamo inoltre ai bambini quello che sta succedendo secondo come sono in grado di comprendere.
Non lasciamoli nel vago perché questo procurerà loro angoscia.
Se tutto questo non fosse sufficiente, raccoglietevi in silenzio, ad occhi chiusi e ascoltate il vostro respiro. Piano piano ritroverete la vostra calma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button