Treviso

Notte “brava” a Casa di Caccia: Carabinieri mettono ai domiciliari un pericoloso 19enne autore di furti, risse e pestaggi

I Carabinieri della Compagnia di Treviso hanno posto ai domiciliari un 19enne ritenuto gravemente indiziato dei reati di rapina aggravata in concorso e lesioni aggravate.

La vicenda risale alla notte del 3 ottobre 2021 quando tre giovani hanno subito un’aggressione, ad opera di un gruppo di ragazzi, nei pressi del “Club Casa di Caccia” di Monastier di Treviso.

Quella notte alcune pattuglie sono intervenute e hanno raccolto la testimonianza di 2 ragazzi, un 18enne ed un 17enne, che spaventati e visibilmente feriti, hanno raccontato di essere stati avvicinati da un gruppo di 8-10 giovani, due dei quali hanno intimato al 18enne, puntandogli contro un coltello, di togliersi la maglia griffata che indossava.
Alla fine è stato pesantemente spintonato e gettato a terra e la felpa ha cambiato padrone.
Analoga sorte all’amico 17enne, buttato a terra, colpito al capo con un calcio e derubato del portafoglio.

I Carabinieri intervenuti sul posto sono riusciti a sorprendere nelle vicinanze alcuni degli aggressori: un 20enne che aveva trovato riparo dietro una siepe. Dalla perquisizione è saltato fuori il denaro appena sottratto, ma pure un orecchino con brillantini portato via ad un terzo giovane, un 15enne, aggiungendo che un altro ragazzo era stata strappata collanina dal collo.

Le successive indagini, hanno consentito di identificare il complice del 20enne arrestato: il 19enne è stato riconosciuto, come colui che aveva intimato di consegnare la felpa ai due giovani impugnando il coltello e che aveva partecipato all’aggressione del 15enne rapinato di orecchino e collana.
Durante la perquisizione domiciliare a casa del 19enne, i carabinieri hanno rinvenuto:
 la felpa griffata oggetto di rapina;
 un “videomessaggio” dove il giovane, indossando la felpa rapinata, si vantava delle rapine commesse.

E’ emerso anche la pericolosità sociale dell’indagato, indiziato anche in altre vicende simili: una rissa nel settembre 2021 presso un locale di San Fior con ferimento di tre minorenni, un pestaggio avvenuto in un bar di Conegliano sempre nell’ottobre 2021, alcuni danneggiamenti di negozi e veicoli verificatisi negli ultimi mesi nel comune di Santa Lucia di Piave.

Il giovane 19enne stato posto agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button