Venezia

Non si ferma all’alt/Inseguimento tra i canali

Venezia – Ieri sera i Carabinieri del Nucleo Natanti hanno denunciato in stato di libertà un trentenne veneziano, per “Resistenza a P.U., ricettazione e inosservanza delle norme sulla sicurezza della navigazione”.

Intorno alle 16.00, una pattuglia del Nucleo Natanti che aveva chiesto l’alt ad una barca in vetroresina, si è vista “schivare” con una rapida manovra del conducente che, invece di fermarsi, cambiava rotta, dandosi alla fuga per i rii della laguna.
Ne è nato un inseguimento a sirene spiegate protrattosi per oltre mezz’ora, con il barchino che cambiava improvvisamente e più volte la rotta per sfuggire ai Carabinieri, impegnando anche zone di basso fondale.


Solo grazie alla conoscenza delle acque locali, la pattuglia riusciva alla fine a fermarlo vicino l’isola di Murano.
I controlli effettuati hanno poi accertato che il conducente del barchino era privo dell’assicurazione obbligatoria e nemmeno in possesso dei titoli per portare un motore di quella potenza.


Ulteriori accertamenti sono in corso per verificare la proprietà e provenienza dello Yamaha da 70 cavalli.
Se qualcuno ha subito il furto di un motore marino di quel tipo può segnalarlo ai Carabinieri del Nucleo Natanti di Venezia.
La barca è stata posta sotto sequestro amministrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button