Venezia

Non c’è due senza tre/Al terzo arresto, ladro e rapinatore finisce dietro le sbarre

Mestre – Ieri pomeriggio, una pattuglia delle Volanti ha notato un ragazzo nordafricano aggirarsi tra le auto parcheggiate nelle aree adiacenti le strutture alberghiere di via Ca’ Marcello.
Lo straniero è stato fermato dagli agenti e, perché privo di documenti, condotto in Questura per l’identificazione.

R. A., 26enne marocchino, è risultato un malvivente piuttosto attivo, con precedenti per furto aggravato, porto d’armi e oggetti atti ad offendere, rapina, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, vilipendio della Repubblica e delle Istituzioni Costituzionali e delle Forze Armate.

Non bastasse, recidivo: lo stesso ragazzo era già stato arrestato due volte dagli agenti, a distanza di pochissimi giorni: lo scorso 5 ottobre per tentato furto aggravato in concorso ai danni di una pizzeria di Mestre ed il 9 ottobre per rapina impropria ai danni di un supermercato di Marghera.

Condotte per le quali il giudice aveva disposto per lui il divieto di dimora nella provincia di Venezia e l’obbligo di presentarsi alla polizia giudiziaria.
Nonostante ciò, il giovane aveva continuato a delinquere, guadagnandosi stavolta la custodia cautelare in carcere, posto dove si trova adesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button