Pordenone

Nel pordenonese/Due arresti: nelle loro case un fucile a canne mozze ed una pistola calibro 9

Un’indagine portata avanti per alcuni mesi dagli investigatori della Squadra Mobile di Pordenone, venerdì scorso ha portato alla scoperta di una pistola, un fucile a pompa e della marijuana.

L’inchiesta riguardava tre persone residenti rispettivamente a Montereale Valcellina, Meduno e Tramonti di Sopra.

Nell’abitazione di uno dei loro, un 71enne di origine sarda residente a Tramonti di Sopra, esaminando il sottotetto, nascosto dietro alcuni tubi e delle piastrelle, gli agenti hanno scoperto un fucile a canne mozze

Dal numero di matricola è poi emerso che l’arma era stata rubata da un’abitazione della goriziana San Canzian d’Isonzo, nel 2016.

Nella legnaia, spuntavano le munizioni: in un sacchetto di nylon nero c’erano 42 cartucce a munizionamento spezzato cal. 12 mm.
Per il 71enne U.M. è scattato l’arresto.

Altra arma, nella perquisizione di Meduno, nella casa del 65enne A.C.
Nascosta in un cassetto della credenza, in cucina, è spuntata una pistola priva di marca e modello con scritto solo “Made in Italy” e di calibro 9 mm.
Anche per il 65enne A.C. è arrivato l’arresto.

Sia quest’ultimo che il 71enne sono stati poi posti ai domiciliari nelle rispettive abitazioni, mentre le indagini cercheranno ora di appurare se quelle armi siano state usate in attività criminali.

Nella terza perquisizione, a Montereale Valcellina, nel deposito attrezzi di un’abitazione, nascosti all’interno di un macchinario, gli agenti hanno scoperto due sacchetti in cellophane contenenti marijuana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button