Veneto

Nel pomeriggio gli ultimi temporali e gli ultimi danni. Domani migliora

Ancora episodi temporaleschi nel primo pomeriggio sul Veneto ma il potenziale energetico è stato in parte dissipato, ma questo non ha evitato il formarsi di celle temporalesche che hanno attraversato la regione in moto da ovest verso est.

Nel primo pomeriggio questi fenomeni sono stato forieri di nubifragi, tanto vento e grandine di media e piccola taglia, non le “arance” cadute nei giorni scorsi.
Alle centrali dei Vigili del Fuoco ci sono state tantissime chiamate per segnalare che il maltempo ha provocato per l’ennesima volta la caduta di rami ed alberi.

40 interventi nel veneziano, nei comuni di Riviera del Brenta, Dolo, Mira, Mirano, Santa Maria di Sala.
120/130 richieste di intervento in totale se consideriamo anche le provincie di Verona, Vicenza, Padova.

Le celle temporalesche hanno attraversato anche la provincia di Treviso provocando fenomeni locali e in aree circoscritte come si può notare dalle rilevazioni delle precipitazioni che arrivano dalle centraline meteo disseminate sul territorio. I quantitativi maggiori sulla zona della Riviera del Brenta e poi nel Veneto Orientale.

Un nubifragio di breve durata ma intenso accompagnato da forti colpi di vento e pioggia mista a grandine, dannosa però per le colture, ha attraversato anche l’Opitergino-Mottense.

Articoli correlati

Back to top button