Curiosità

Navigando nella storia/Prima tappa ok nel viaggio via acqua da Venezia a Pordenone

E’ iniziato ieri il viaggio rievocativo da Venezia a Pordenone, attraversano il male, la litoranea veneta e i fiumi Livenza, Meduna e Noncello.
Si tratta del viaggio raccontato negli scritti di Giuseppe Rosaccio, viaggiatore, cosmografo e cartografo della Repubblica Serenissima, nativo di Pordenone, di cui ricorrono quest’anno i 4 secoli dalla morte (1621-2021).
La partenza è stata ieri alla mattina presto: una imbarcazione storica, un “topo” chioggiotto a due alberi, con un equipaggio vestito alla foggia del tardo Cinquecento, è salpato dal sestiere di Canareggio, navigando prima in laguna e poi in mare aperto, fino a raggiungere la foce del Brian e la litoranea veneta per poi proseguire fino a Caorle, da dove ha imboccato la Livenza.


Oggi è ripartito da Torre di Mosto per toccare Motta di Livenza e arrivare infine a Pordenone nel tardo pomeriggio, navigando anche sul Meduna e sul Noncello.
Domani ripartirà dall’imbarcadero della Fiera di Pordenone, salutando alle 10 la partenza della 45esima Gommonata Europea dall’imbarcadero “Marcolin”, e ridiscenderà verso il mare, facendo nuovamente tappa a Motta di Livenza e a Caorle, prima del gran finale a Venezia, previsto per il pomeriggio di sabato 4 settembre.
Il progetto, ideato da Piergiorgio Grizzo, giornalista e divulgatore storico, e da Francesco Vallerani, docente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, e sostenuto da Regione Fvg e dal Comune di Pordenone, nasce per ridare luce alla figura e all’opera di Giuseppe Rosaccio, viaggiatore, cosmografo e cartografo della Repubblica di Venezia, nativo di Pordenone, di cui ricorrono quest’anno i 4 secoli dalla morte (1621 – 2021).


Tra gli obiettivi, anche la riscoperta e il rilancio in chiave turistica dell’antica via d’acqua che collegava Pordenone e l’entroterra friulano alla capitale della Serenissima.
La seconda parte del progetto sarà una conferenza che lo stesso Francesco Vallerani terrà sulla figura di Rosaccio, giovedì 16 settembre nell’ambito del festa del libro, Pordenonelegge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button