Home -> Venezia -> Musile/Ok ai centri estivi
Municipio di Musile di Piave

Musile/Ok ai centri estivi

Centri estivi 2020, la Città di Musile riorganizza i servizi dedicati ai minori riuscendo a coprire tutta la fascia che va da 0 a 16 anni.
L’amministrazione comunale, in questo momento di forte difficoltà dovuto alla conciliazione tra tempi di vita e lavoro dei genitori, ha incontrato di recente tutte le realtà presenti sul territorio arrivando alla realizzazione di una proposta funzionale e operativa.
Il tutto seguendo le linee guida dettate da Regione e Ministero.

«E’ stato fatto un lavoro importante, in pochissimo tempo», spiega il sindaco Silvia Susanna, «al termine del quale siamo riusciti a garantire il servizio fino ai 16 anni. Oltre alle somme messe in campo dal Comune, siamo in attesa dei fondi del governo, per circa 23mila euro. Quando li introiteremo, provvederemo a dividerli venendo ulteriormente incontro alle famiglie. Chi quindi al momento pagherà la retta, nelle prossime settimane potrebbe ricevere dal Comune un ulteriore aiuto».

Ecco di seguito tutti i dettagli delle varie iniziative presenti a Musile di Piave.
Per i minori da 0 a 3 anni c’è a disposizione il Centro Baby comunale, la cui attività è iniziata lo scorso 22 giugno. Il servizio continuerà anche per tutto il mese di agosto. Ventisei i minori iscritti. Per i bambini dai tre anni è attivo un centro estivo presso il circolo ippico “Case Bianche”, gestito dall’associazione Papavero. Attualmente sono iscritti 30 minori.

Per i bambini da 10 a 16 anni è entrato in funzione il Centro Giovani, le cui attività sono organizzate dal Comune in collaborazione con l’Ulss 4 e la Coop Insieme si può. Il servizio, il cui costo è a carico dell’amministrazione comunale, è rivolto ai bambini dalla classe IV elementare fino ai ragazzi della scuola secondaria di primo grado.
E’ aperto tutti i lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18. Le attività prevalenti sono quelle ludico-ricreative e di monitoraggio compiti scolastici. La frequenza per i minori è a titolo non oneroso, mentre l’ingresso è libero previa iscrizione. Ad oggi il Centro Giovani accoglie 16 ragazzi presso la scuola primaria “ E. De Amicis”.
Qualora il numero degli iscritti aumentasse, l’orario di apertura potrà essere ampliato mantenendo la gratuità del servizio per le famiglie.

Per la fascia 6-12 anni, invece, c’è il centro estivo “Estatissima – Musile 2020”, organizzato dall’associazione Hermes di San Stino di Livenza, che ha manifestato la propria volontà di realizzare il servizio dopo la pubblicazione di un avviso di interesse da parte del Comune, che ha messo a disposizione la scuola “E. De Amicis” del centro.
Le attività inizieranno lunedì 13 luglio e termineranno il 7 agosto, dal lunedì al venerdì. Le iscrizioni sono partite sabato 4 luglio ed è prevista una retta a carico delle famiglie. Il coordinatore del progetto è il dottor Jose Toffoletto e la referente è la dottoressa Valentina Baccega.

«La situazione di emergenza che stiamo vivendo», spiega l’assessore alle politiche giovanili, Luciano Carpenedo, «sta colpendo in maniera particolare le famiglie con figli minori, causando disagi soprattutto per quanto riguarda la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei genitori. Questo è stato il punto di partenza su cui ci siamo mossi, riuscendo a mettere in sinergia tutte le associazioni coinvolte. In questo senso siamo convinti che risulti necessario, sempre nel rispetto delle indicazioni a tutela della sicurezza sanitaria in materia di contenimento del contagio, offrire occasioni di svago e di aggregazione per i minori dopo lunghe settimane di chiusura».

Per quanto riguarda i Grest, le parrocchie, date le restrizioni imposte dalle linee guida vigenti, non hanno dato la loro disponibilità all’organizzazione diretta delle attività estive, ma metteranno a disposizione animatori volontari a supporto delle varie iniziative realizzate sul territorio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*