Venezia

Musile di P./I Carabinieri chiudono un centro benessere

Negli ultimi giorni le Forze dell’Ordine hanno intensificato i controlli nei Centri massaggi cinesi delle nostre zone, sulla scorta del dubbio che in quel genere di attività le norme anticovid non fossero proprio seguite alla lettera.
Un esempio lo si era avuto la settimana scorsa nel trevigiano, oggi la notizia arriva invece da Musile di Piave.

Sabato in tarda mattinata, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Donà hanno scoperto che era tranquillamente aperto, nonostante ne sia prevista la sospensione, un centro benessere in via Salvo d’Acquisto a Musile di Piave.
Una tipologia di attività che il DPCM del 3 novembre scorso aveva sospeso.
All’interno del centro era presente una donna cinese di 42 anni residente a Milano e domiciliata a Musile.
I Carabinieri hanno ovviamente sanzionato il titolare: pagherà 280 euro se provvederà entro 5 giorni o 400 se entro 60 giorni dall’accertamento.
Il titolare dell’esercizio è risultato essere un 58enne cinese di Carpi (Modena).
L’attività è stata immediatamente chiusa e della cosa è stata avvisata la Prefettura di Venezia.
Ora sono in corso accertamenti in merito alla regolarità del rapporto di lavoro della donna trovata nel centro benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button