Veneto

Mise autorizza offerta Lu.Ve. per ACC di Mel

“La proposta vincolante elaborata con grande serietà dal Commissario Castro e dall’azienda LU.VE., leader nel settore della produzione di scambiatori, ci fa tirare un sospiro di sollievo per il sito produttivo di Mel (Borgo Valbelluna) e per i lavoratori di ACC.
Lavoratori che hanno sempre partecipato con grande serietà e senso di responsabilità in tutte le travagliate fasi di ACC.
Non è stato facile mantenere ancora la speranza che l’azienda non chiudesse perché, in certi frangenti, è sembrato che solo i lavoratori, il Commissario Castro e il territorio fossero rimasti a credere nella continuità produttiva.
È un’ottima notizia per la salvaguardia del sito produttivo e per l’occupazione.
La Regione del Veneto è pronta ad accompagnare il nuovo investitore sui nostri territori bellunesi”.

Questo dichiara l’Assessore regionale al lavoro Elena Donazzan, commentando la notizia che il Ministero dello Sviluppo Economico ha autorizzato l’offerta vincolante di LU.VE per l’acquisizione dell’ACC di Borgo Valbelluna.

“La Regione garantisce fin d’ora al nuovo investitore di attuare i percorsi formativi perché, nel più breve tempo possibile, i lavoratori di ACC possano essere impiegati a pieno ritmo e con tutte le competenze necessarie nella nuova vita produttiva di ACC”.

“Resta il rammarico di non avere creduto fino in fondo alla filiera dell’elettrodomestico, cento per cento made in Italy – conclude Donazzan -. Chiudiamo con la reindustrializzazione di ACC una pagina di industria italiana che aveva visto fino a vent’anni fa una leadership incontrastata.
Ma qui è la politica che non ha creduto, negli anni, che l’elettrodomestico, in particolare tutto il mondo della refrigerazione potesse ancora avere una prospettiva italiana. Avere avuto una filiera corta di produzione, non dipendente da mercati internazionali, per l’approvvigionamento di componenti come il compressore è una grande occasione perduta, forse per sempre. E questo resta un rammarico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button