Treviso

Microcamera nella felpa, auricolare e saponetta 4G, 23enne smascherato all’esame della patente

Durante una sessione di esami per la patente alla Motorizzazione Civile, l’esaminatore ha sentito uno strano rumore pervenire da un 23enne ragazzo kossovaro.

Credendo fosse la vibrazione del cellulare, gli ha chiesto di spegnerlo; tuttavia, quando ha continuato a percepire il rumore nonostante il cellulare fosse stato spento, si è insospettito e ha chiamato così il 113.

All’arrivo della volante il 23enne M.A., residente a Treviso, ha subito ammesso di aver provato a barare.
Per lui il test era un ostacolo insormontabile.

Gli agenti della volante hanno trovato addosso al giovane una microcamera, occultata all’interno di una larga felpa, il cui obiettivo fuoriusciva da una lettera “O”, nonché un auricolare inserito così a fondo nell’orecchio da rendere necessarie le cure di personale sanitario del SUEM per la corretta estrazione, una “saponetta” 4G TIM per la trasmissione e due trasmettitori/ricevitori.

Il meccanismo era semplice: la videocamera riprendeva il test e l’esaminando riceveva tramite l’auricolare le risposte esatte comunicategli da remoto.

Alla fine gli agenti hanno denunciato in stato di libertà il giovane kossovaro, mentre sono in corso accertamenti per identificare i suoi complici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button