Venezia

Mestre/Saccheggiano un’auto e tentato di rubare in un bar: condannati a 18 mesi ciascuno

La Polizia di Venezia ieri ha messo a segno tre importanti risultati, arrestando tre persone nel giro di poche ore.
Nel tardo pomeriggio, una volante lagunare ha rintracciato a Cannaregio una donna italiana di 48 anni che deve scontare 11 mesi di reclusione per due rapine commesse nel 2018.
La donna è stata arrestata e condotta in carcere.

Intorno alle 23, la Sala Operativa ha inviato le Volanti in via Giardino a Mestre dove una guardia giurata aveva segnalato due ragazzi che avevano infranto il vetro di un’auto lì parcheggiata, evidentemente per rubare quello che c’era all’interno.
Poco dopo i due giovani hanno preso di mira un bar, sempre in via Giardino: usando un martello hanno sfondato la vetrata ed hanno provato ad entrare.
I poliziotti però sono arrivati in tempo e li hanno bloccati.

Si tratta di F.Y. e D.B., uno italiano e l’altro tunisino, entrambi con precedenti.
Dopo essere stati accompagnati in Questura, sono stati arrestati per tentato furto aggravato in concorso.
Gli oggetti asportati dall’auto sono stati restituiti.

Oggi pomeriggio si è celebrato per loro il giudizio per direttissima che ha visto convalidato l’arresto e la condanna ad un anno e sei mesi ciascuno.
I due ragazzi, in giro alle 23, sono stati anche sanzionati per la violazione delle norme anti covid.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button