Spettacoli

Mestre/Presentata la stagione 2022/2023 del teatro Toniolo

Mestre – Al via con l’autunno la stagione di prosa del Teatro Toniolo: dal 25 ottobre prende vita un cartellone d’eccezione pensato dal Settore Cultura del Comune di Venezia e costruito con Arteven, il Circuito Multidisciplinare del Veneto.
Il programma della stagione 2022/23, presentato stamani, porterà in città attori e compagnie anche internazionali.

A illustrare gli spettacoli in calendario la presidente della Commissione consiliare Attività culturali Giorgia Pea e il dirigente del Settore Cultura del Comune Michele Casarin, oltre alla responsabile del Servizio Teatri, Attività Culturali, Spettacolo e Culture giovanili del Comune Elisabetta Da Lio. Con loro anche il direttore di Arteven Pierluca Donin e il suo presidente Massimo Zuin.

“Oggi presentiamo una stagione davvero ricca, all’insegna di grandi nomi e spettacoli di caratura nazionale per adulti e famiglie.
Un cartellone straordinario che conferma questo teatro come una realtà d’eccellenza della Venezia metropolitana, luogo di incontri e contaminazioni continue tra artisti e pubblico” ha commentato il sindaco Luigi Brugnaro.
“Grazie a tutti coloro che, a vario titolo, hanno lavorato per arrivare alla presentazione di oggi, dopo tre anni non facili per l’ambito culturale”.

“L’obiettivo del cartellone è incrementare il pubblico del teatro e sarà perseguito con un calendario di spessore nazionale e internazionale” ha spiegato Giorgia Pea nel corso dell’incontro di stamani.
“Si realizza così la politica culturale voluta del sindaco per avvicinare la cittadinanza e i visitatori al patrimonio culturale veneziano.
L’Amministrazione infatti sta investendo molto sui contenuti culturali ma anche sugli stessi contenitori.
Sarà un’offerta rivolta a tutti, finalmente in presenza, con compagnie teatrali di grande rilievo.
Il pubblico del teatro, composto di appassionati, è il destinatario della nostra offerta. Il teatro è vita e salva la vita”.

Il presidente di Arteven Zuin ha ringraziato “le Amministrazioni, compresa Venezia, che investono nel teatro credendo sia fondamentale per la vita delle città” mentre invece il direttore del cicuito teatrale ha sottolineato come gli spettacoli della stagione 2022/23 del Toniolo siano stati scelti “con grande cura e con un occhio sulla contemporaneità, realizzando così una programmazione importante e trasversale che ci fa essere all’altezza delle grandi città”.

“Si comincia il 25 ottobre e si finisce il 4 maggio 2023, per un totale di 19 spettacoli. Il Toniolo per questa stagione ambisce a un pubblico internazionale” ha aggiunto la responsabile del Servizio Teatri, Attività Culturali, Spettacolo e Culture Giovanili del Comune, Elisabetta Da Lio.
“Abbiamo scelto di concedere agli abbonati dell’ultima stagione prima del Covid 2019-20 il diritto di prelazione sui nuovi abbonamenti per invitarli a tornare a teatro”.

“Come mai il Toniolo ha tanto successo? Fortuna? Bravura? Qui c’è qualcosa di più. Questo non è solo un teatro, palcoscenico per protagonismi.
Ma il perno di una rete regionale ampia e di un settore culturale composto di molti ambiti” ha evidenziato Michele Casarin.
“Questo teatro ha una vita intrecciata con le altre attività culturali che si svolgono in città. C’è partecipazione sociale: un rapporto attivo col pubblico, di ascolto.
È questa la forza e l’elemento distintivo del Toniolo rispetto ad altri teatri.
Questa in arrivo sarà una stagione straordinaria per qualità”.

Ecco i grandi nomi del teatro italiano che tornano a calcare il palcoscenico mestrino: Stefano Accorsi, Sergio Rubini, Franco Branciaroli, Paolo Calabresi, Arturo Cirillo, Alessandro Federico, Anna Foglietta, Chiara Francini, Gabriele Lavia, Peppino Mazzotta, Paola Minaccioni, Umberto Orsini, Andrea Pennacchi, Paolo Ruffini, Arianna Scommegna, Emilio Solfrizzi. Appuntamento poi con la danza della Parsons Dance, compagnia internazionale che si esibisce nei maggiori teatri del mondo.

L’apertura della nuova stagione è affidata al musical Mamma Mia!: il 25 ottobre si alza il sipario con la celebre commedia musicale che dal suo debutto ha registrato il sold out in tutti i teatri italiani.
Grazie a un cast di oltre 40 artisti tra i più affermati del musical italiano e l’orchestra dal vivo, il pubblico potrà scatenarsi al ritmo di hit degli ABBA come Mamma Mia!, Dancing Queen, The winner takes it all, Super Trouper e molti altri: 24 brani che, per volere degli autori originali, sono stati tradotti in italiano e, come i dialoghi, curati direttamente dal regista Massimo Romeo Piparo.

Quest’anno, per il pubblico di appassionati, vi sono davvero dei graditi ritorni. Tornano a Mestre Andrea Pennacchi nel suo monologo Mio Padre – appunti sulla guerra civile, Sergio Rubini con I fratelli De Filippo, storia emblematica di una famiglia d’arte italiana, e ancora con Carrozzeria Orfeo si ride ma non solo grazie alle storie di solitudini esistenziali del loro Miracoli Metropolitani.

Cast tutto al femminile quello de L’attesa, con Anna Foglietta e Paola Minaccioni che danno corpo e voce alla nobildonna Cornelia e alla sua serva Rosa, le due protagoniste della pièce. In occasione del Carnevale l’Arlecchino muto per spavento di Stivalaccio Teatro porta in scena la recitazione e il canto, la danza e il combattimento scenico, i lazzi e l’improvvisazione delle maschere della Commedia dell’Arte.

Grande protagonista della storia di un’inossidabile amicizia è Stefano Accorsi in Azul – gioia, furia, fede y eterno amor, mentre in Perfetti Sconosciuti, dall’omonimo film di Paolo Genovese che firma anche la regia dell’adattamento teatrale, vedremo in scena Paolo Calabresi e Anna Ferzetti. A Mestre anche Paolo Ruffini e Massimo Ghini interpreti della versione teatrale di Quasi Amici diretta da Alberto Ferrari, autore della sceneggiatura del celebre film.

Per chi ama il thriller in calendario anche Misery, tratto dal romanzo di Stephen King, con Peppino Mazzotta e Arianna Scommegna rispettivamente nei ruoli dello scrittore e dell’ammiratrice psicopatica che lo tiene prigioniero e, per gli estimatori del grande Molière, al Toniolo approda Il Malato Immaginario interpretato da Emilio Solfrizzi.

Chiara Francini e Alessandro Federico saranno a Mestre con Coppia aperta, quasi spalancata, la favola tragicomica in cui Dario Fo e Franca Rame descrivono lo “stare in coppia” in modo perfetto con toni divertenti ma anche drammatici raccontando le differenze tra psicologia maschile e femminile.
In stagione lo spettacolo del Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale Ezra in gabbia o il caso di Ezra Pound con Mariano Rigillo e Anna Teresa Rossini diretti dall’autore e regista Leonardo Petrillo.

In scena un classico del teatro come Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello nell’interpretazione di Gabriele Lavia che cura anche la regia. La commedia della scrittrice francese Nathalie Sarraute Pour un oui ou pour un non con protagonisti Franco Branciaroli e Umberto Orsini, due manipolatori della parola che si ritrovano sulla scena dopo tanti anni per dare vita con la loro abilità al terribile gioco al massacro che la pièce prevede. Mentre Arturo Cirillo è il principale interprete nonché adattatore e regista dell’originale allestimento di teatro canzone del Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand.

Il programma della stagione 2022/2023 è completato dalla danza carica di gioia e vitalità dell’americana Parsons Dance. E ancora dalla favola per adulti Feste, spettacolo senza parole e attori con maschere della Familie Flöz e dalla messinscena surreale di Nuda della compagnia Finzi Pasca, composizione di un gioco acrobatico e teatrale e un’installazione di luci interattiva, intrecciati alla narrazione e a un potente universo sonoro.

La biglietteria del Teatro Toniolo riapre martedì 6 settembre per il rinnovo degli abbonati della stagione 2021/22 e rimane aperta fino a domenica 18 settembre. Da martedì 20 a domenica 25 settembre apertura per i cambi turno e per gli abbonati della stagione 2019/20. Nuovi abbonamenti in vendita dal 4 al 16 ottobre.
Dal 18 ottobre prevendita dei singoli biglietti. Durante l’orario di apertura della biglietteria, dal martedì alla domenica dalle 15 alle 19, per informazioni chiamare il 3497723552. Per il calendario della stagione consultare www.culturavenezia.it

Con l’arrivo dell’autunno riapre le porte anche il Teatro Momo che torna ad accogliere il pubblico dei più giovani con la tradizionale stagione Domenica a Teatro, giunta alla 28^ edizione. Il cartellone propone 10 spettacoli, dal 6 novembre al 26 marzo 2023.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button