Venezia

Mestre/Il coronavirus non spaventa i taccheggiatori

Il timore del coronavirus non sembra tenere i taccheggiatori lontani dai centri commerciali.
ICarabinieri della Compagnia di Mestre hanno denunciato in stato di libertà tre persone.

Una coppia di giovani di Spinea per furto, perché sorpresi alla Pam di via Delle Industrie ad appropriarsi di generi alimentari per un centinaio di euro, senza passare dalle casse.

Soprattutto, una donna di Rovigo sorpresa alla Nave De Vero mentre tentava di passare le barriere antitacheggio con qualcosa come 500 euro di vestiti firmati Zara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button