Home -> Venezia -> Mestre/Ancora 4 “Daspo urbani”: uno, perchè faceva i bisogni al parco
La Polizia locale in azione

Mestre/Ancora 4 “Daspo urbani”: uno, perchè faceva i bisogni al parco

Continuano i controlli della Polizia locale a Mestre.
Ieri pomeriggio, verso le 17, agenti in borghese hanno stretto le manette ai polsi di un tunisino di 24 anni con alle spalle diversi precedenti per spaccio.

Gli operatori, che stavano monitorando la situazione in Piazzale Giovannacci, hanno notato il giovane sopraggiungere a piedi con un possibile cliente.
E’ scattato quindi il pedinamento della coppia lungo via Durando, dove è stato certificato lo scambio di droga.
La Polizia locale è stata subito addosso al 24enne, che aveva appena venduto cinque dosi di eroina in sasso al suo acquirente, un 22enne bosniaco, ricevendo in cambio 100 euro.
Lo spacciatore, cui è stato notificato il daspo urbano, è stato dichiarato in arresto e portato in cella di sicurezza.

Verso le 22.30, invece, il Nucleo di Pronto impiego ha colto sul fatto due 33enni, un uomo e una donna italiani, che si stavano iniettando in vena dell’eroina in via Pasubio, strada che collega via Piave a via Sernaglia a Mestre.
L’episodio, tranquillamente tra le case e le auto posteggiate.
I due dovranno pagare ciascuno una multa di 450 euro, cui si è aggiunto il daspo urbano dalla zona del quartiere Piave.

Nei guai stamattina, poco prima delle 11.30, è finito pure un 27enne di nazionalità nigeriana che stava espletando i propri bisogni nel parco di via Mestrina.
Gli agenti del Nucleo di Pronto impiego l’hanno bloccato e gli hanno assegnato una sanzione amministrativa di 450 euro, notificandogli anche l’ordine di allontanamento.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*