Pordenone

Maxi inchiesta di droga porta a 26 arresti: tra questi un 40enne del pordenonese

Ha condotto a ben 26 misure cautelari, alcune in carcere, altre ai domiciliari o di altro tipo, l’inchiesta su due distinti gruppi criminali conclusa stamani dalle perquisizioni operate da un centinaio di Carabinieri e coordinata dalla Procura della Repubblica di Potenza.
Tra le persone raggiunte dai provvedimenti restrittivi, anche Nunzio L., 40enne residente nella pordenonese Fanna: per lui è scattato l’obbligo di dimora.
Secondo le indagini, il 40enne era parte del gruppo di spacciatori che si rifornivano da un’organizzazione composta da gambiani e nigeriani legati in qualche modo alle criminalità organizzate campana e laziale.
Una banda che manovrava ingenti quantitativi di marijuana e hashish usando come corrieri per lo più donne.
Nel pordenonese sono intervenuti i Carabinieri di Spilimbergo: in generale, dei 26 indagati, sei risultati irreperibili, gli altri sono stati invece raggiunti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button