Treviso

Marito e moglie uccisi in casa a colpi d’arma da fuoco. Arrestato il fratello di lui, che ha già confessato

Tragedia familiare in un’azienda agricola nel trevigiano, a Paese.
Sono stati i vicini di casa ad allarmare i Carabinieri dopo aver udito distintamente dei colpi di arma da fuoco provenire dall’abitazione dei Pestrin, situata in via Monsignor Breda, poco dopo le 13 di quest’oggi.

Quando i militari dell’Arma sono giunti sul posto hanno rinvenuti i corpi senza vita di Giancarlo Pestrin 63 anni e la moglie Rosanna Trento 57 anni, trafitti da colpi d’arma da fuoco.

Il giallo è stato presto risolto, ad uccidere la coppia, il fratello di lui, il 50enne Massimo Pestrin che deteneva regolarmente l’arma perchè guardia giurata di professione. Dopo il fatto, l’uomo ha telefonato ai Carabinieri raccontando l’accaduto ed è stato poi portato in caserma dove ha confessato il duplice delitto. I militari hanno recuperato l’arma usata per il duplice delitto, si tratta di una pistola Glock 17″ di fabbricazione austriaca.

Al termine degli approfondimenti, Massimo Pestrin è stato dichiarato in arresto per duplice omicidio e trasferito nel carcere di Santa Bona.

Pare che la tragedia sia scaturita per dissidi familiari tra i due fratelli che abitavano con le rispettive famiglie all’interno dell’azienda agricola.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button