Venezia

Marghera/Torna in carcere il rapinatore di prostitute: la Romania lo vuole per una condanna a tre anni di carcere

In fuga da un mandato d’arresto internazionale, si aggirava senza documenti vicino l’area commerciale di via Orsato a Marghera.
Qui è stato notato ieri pomeriggio da una pattuglia di uomini in borghese della Polizia locale, durante un giro di controllo della zona.
E’ finito così in manette un giovane romeno di 36 anni, latitante dal mese di aprile.
Il malvivente non doveva trovarsi a Venezia: nei suoi confronti era stato spiccato un divieto di dimora sul territorio comunale, a seguito di vari reati contro la persona e il patrimonio.


Negli anni infatti, aveva messo a segno diverse rapine nei confronti di prostitute.
Ad ottobre scorso, il Nucleo operativo della Polizia locale lo aveva denunciato per danneggiamento aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.
Aveva opposto resistenza inoltre, anche durante un’operazione di controllo in area industriale di Marghera.
Al momento dell’arresto era sprovvisto del documento d’identità.


Sosteneva di averlo smarrito durante l’ultima scarcerazione, risalente a febbraio 2021.
A seguito di controlli è emerso un mandato di arresto internazionale spiccato ad aprile dalle autorità della Romania: in patria deve scontare una pena definitiva di tre anni e due mesi di reclusione.
Ora il giovane è detenuto nella Casa Circondariale Santa Maria Maggiore di Venezia, in attesa di essere estradato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button