Treviso

Maratonina di San Biagio/Annullata la corsa del 22 novembre

San Biagio di Callalta – Anche la Maratonina di San Biagio alza bandiera bianca: domenica 22 novembre non si correrà sulle strade del Comune trevigiano: la seconda edizione della mezza maratona organizzata dall’Atletica San Biagio è stata annullata in seguito all’aggravarsi dell’emergenza sanitaria.

“Ci abbiamo creduto sino in fondo – spiega Silvano Tomasi, presidente della società organizzatrice -. Abbiamo lavorato per mesi tra mille difficoltà con l’obiettivo di allestire una maratonina che presentasse caratteristiche di massima sicurezza sia per gli atleti che per i nostri volontari. Eravamo pronti ad applicare il protocollo Fidal che prevede partenze a scaglioni e utilizzo della mascherina per i primi 500 metri di corsa, oltre che in ogni altro momento della manifestazione. Non è stato però sufficiente: l’aggravarsi dell’emergenza legata al Covid-19, insieme ai fortissimi dubbi espressi dalle autorità sull’opportunità di organizzare l’evento, non ci ha lasciato alternative.

Ci dispiace per gli atleti: tanti si erano già iscritti e alla fine avremmo raddoppiato i numeri dell’anno scorso, raggiungendo il migliaio di partecipanti. Ma ci dispiace anche perché, al di là della rilevanza tecnica e organizzativa dell’evento, avremmo voluto offrire un segnale di ottimismo e di ripresa in un momento in cui tutto appare negativo. Adesso la delusione è fortissima, però andiamo avanti. La prossima edizione della Maratonina di San Biagio è già inserita nel calendario federale: si correrà il 21 novembre 2021. Aspettiamo tutti”.

La Maratonina di San Biagio ha debuttato nel 2019, registrando ampi consensi tra gli appassionati. Quel giorno, era il 24 novembre, nonostante la mattinata piovosa, i 500 atleti partiti dal piazzale dello stadio di via Olimpia avevano potuto apprezzare un’organizzazione curata nei minimi particolari e un tracciato estremamente scorrevole che – dopo essere transitato davanti al Sacrario Militare di Fagarè ed aver attraversato anche le frazioni di Rovarè, Sant’Andrea di Barbarana e Cavriè – aveva regalato diversi record personali.

L’edizione 2020, pur in un momento così complicato, avrebbe potuto confermare i motivi di richiamo dell’evento. Tutto è invece rinviato al prossimo anno. Comprese le iscrizioni già arrivate, che, come previsto dal regolamento, saranno automaticamente trasferite alla prossima edizione. Appuntamento al 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button