Home -> Friuli Venezia Giulia -> Manifestazioni in Fvg/12 aree covid free per un massimo di mille persone alla volta
Ok alle manifestazioni, ma con posti distanziati e altre norme da rispettare

Manifestazioni in Fvg/12 aree covid free per un massimo di mille persone alla volta

“Sono dodici le aree Covid-free nelle quali la Regione sosterrà l’allestimento di eventi e spettacoli dal vivo nel rispetto delle disposizioni di sicurezza previste dagli attuali protocolli sanitari.
Oltre alle città di Trieste, Udine, Pordenone e Gorizia, interverremo ad Aquileia, Codroipo, Grado, Lignano Sabbiadoro, Majano, Monfalcone, Palmanova e Tarvisio.
In pratica, si tratta di tutti quei centri dove ogni anno si svolgono le principali manifestazioni in regione.

Lo ha comunicato l’assessore regionale alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini a margine dell’approvazione in Giunta della delibera che individua criteri e requisiti necessari a garantire lo svolgimento in sicurezza delle iniziative e affida a PromoturismoFVG le risorse necessarie per attuare gli interventi proposti: mezzo milione di euro.

Spetterà dunque proprio a PromoTurismoFVG concertare con le amministrazioni comunali gli interventi finalizzati a realizzare gli spazi all’aperto Covid-free.

La delibera di Giunta fornisce indicazioni anche sull’attuazione delle aree Covid-free che dovranno essere realizzate con posti a sedere preassegnati e distanziati, ospitare un numero massimo di mille spettatori e scongiurare il rischio di assembramenti sia negli spazi aperti che in quelli chiusi.

Il distanziamento interpersonale dovrà essere mantenuto anche tra gli artisti, mentre per i lavoratori che operano in spazi condivisi o a contatto con il pubblico dovranno utilizzare i dispositivi di protezione individuale.
Contemplata la pulizia e l’igienizzazione periodica di ambienti e servizi.

Ulteriori disposizioni raccomandano l’utilizzo di sistemi per l’igienizzazione delle mani e suggeriscono la vendita di biglietti per via telematica anche per evitare assembramenti e garantire le distanze fisiche previste dalle norme.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*