Home -> Prendi nota -> Mafia e traffico di rifiuti in Veneto/Martedì se ne parla a Paese

Mafia e traffico di rifiuti in Veneto/Martedì se ne parla a Paese

Il business dei rifiuti e il caso Cava Campagnole a Padernello di Paese, con 200mila tonnellate stoccate illegalmente e sequestrate dai carabinieri forestali, saranno al centro dell’incontro ‘Mafia e traffico dei rifiuti in Veneto, a cui parteciperà il consigliere regionale del Partito Democratico Andrea Zanoni, vicepresidente della commissione Ambiente, insieme a Francesco Trotta, criminologo e autore de libro ‘Mafia come M’ e a Michela Pavesi zia di Cristina Pavesi uccisa dalla Mafia del Brenta.

L’appuntamento è per domani, martedì 26 novembre, a Paese, proprio alla vigilia del processo contro Cosmo Ambiente: “Una situazione al limite dell’incredibile – spiega Zanoni – A Cava Campagnole non poteva entrare alcun materiale estraneo all’attività di cava, invece sono state depositate 200mila tonnellate di rifiuti, contenenti anche metalli pesanti e amianto, trasportati da camion con 11mila distinti carichi.
E nessuno si è accorto di niente.

Ma non solo: il sindaco di Paese Katia Uberti ha deciso di non costituirsi parte civile nel procedimento penale, a differenza della Regione del Veneto, del Comune di Noale, dove erano state confiscate altre 80mila tonnellate, e delle associazioni Wwf, Legambiente, Italia Nostra ed Eco-Istituto.

Questo è solo l’episodio più eclatante, poiché il ciclo illegale di rifiuti rappresenta un business in continua crescita per le organizzazioni criminali. Secondo il dossier ‘Eco-Mafie’ di Legambiente, nel 2018 in Veneto ci sono state 240 infrazioni accertate per traffico illecito di rifiuti, di cui oltre 60 nella sola provincia di Treviso, 273 denunce, due arresti e 90 sequestri”.

L’incontro, organizzato in collaborazione con il circolo Pd di Paese e introdotto dalla segretaria di Circolo Anna Foffani, si svolgerà a partire dalle 20.45 nella Sala conferenze della Scuola media Casteller in viale Panizza 4 (Entrata da Viale Panizza – Parcheggio di Villa Panizza).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*